Gabriele Antonucci

-

Tony Hadley, una delle più belle voci del pop anni Ottanta, ha concluso nel 2015 un trionfale tour mondiale con gli Spandau Ballet, alfieri del movimento New Romantic, band che sta conoscendo una seconda giovinezza.

Merito dei successi del film biografico Soul Boys of the Western World e della raccolta The Story: The Very Best of Spandau Ballet, impreziosita da tre brani inediti.

Lo scorso Natale è uscito nei negozi l'album solista di Tony Hadley, The Christmas Album, originale raccolta di canzoni natalizie, da cui sono stati estratti i singoli Shake up Christmas e il classico Santa Claus is coming to town, interpretato con un inusuale arrangiamento pop-rock.

E proprio The Christmas Album, di cui è uscita una nuova edizione il 18 novembre, sarà il cuore dei tre concerti natalizi di Tony Hadley con la sua band, il 17 dicembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma, il 18 dicembre al Teatro Colosseo di Torino e  il 19 dicembre al Teatro Nazionale di Milano, dove non mancheranno alcuni brani degli Spandau Ballet e classici di Frank Sinatra.

The Christmas Album, pubblicato alla fine del 2015 dalla Universal, ripropone alcuni classici e brani più moderni dedicati al Natale,oltre a due inediti. Prodotto da Claudio Guidetti e registrato interamente in Italia con musicisti italiani, The Christmas Album è una raccolta particolare di brani natalizi , dove accanto ai classici White Christmas, Let It Snow, Have yourself a Merry Little Christmas e Santa Claus is coming to Town nella versione di Bruce Springsteen, compaiono anche canzoni originali che raramente sono state interpretate da altri cantanti: I Believe in Father Christmas di Greg Lake (Emerson, Lake & Palmer ) con Aldo Taglia Pietra de Le Orme al sitar e alla chitarra acustica, Shake Up Christmas dei Train, Fairy Tale Of New York dei Pogues in duetto con Nina Zilli, Lonely This Christmas dei Mud, Driving Home for Christmas di Chris Rea, Run Run Rudolph di Chuck Berry e I don’t Want to spend one more Christmas without you degli N’sync.

L’album contiene anche due inediti: Every seconds I’m away scritto da Tony Hadley con la collaborazione di Guidetti e Annalisa Scarrone e Snowing all over the world composto interamente da Hadley.

Nella nuova edizione, pubblicata il 18 novembre dalla Universal, troviamo tre nuovi brani: “Have yourself a merry little Christmas” in duetto con Kim Wilde, “Jingle Bells” in duetto con Max Giusti e l'evergreen “Silent Night”.

© Riproduzione Riservata

Commenti