Gabriele Antonucci

-

Lunghi capelli neri lucidi, abito immancabilmente nero, volto emaciato e pallido, sguardo tetro e profondo, Nick Cave, il poeta maledetto del rock, è un maestro nell’arte di rimanere in bilico tra rabbia e redenzione,  tra bene e male, tra vita e morte, tra follia e lucidità.

Il bardo di Melbourne ha l’abilità di un Caravaggio nel far emergere dal buio più desolato squarci melodici di straordinaria nitidezza e il concerto(o, per meglio dire, la performance)è la dimensione ideale dove rivelare le sue due anime, quella incendiaria e quella intimista, creando una straniante alternanza di emozioni come solo i grandi del rock sanno fare.

I fedeli Bad Seeds,  guidati dal violino indiavolato di Warren Ellis, creano dietro di lui un muro del suono quasi spectoriano, assecondando alla perfezione i saliscendi emotivi che caratterizzano la sua musica.

Nell’ultimo album Skeleton Tree, segnato dalla tragica morte del figlio Arthur, precipitato a soli 15 anni da una ripida scogliera presso Brighton, Cave ha accantonato la sciabola punk a favore del fioretto, mostrando il suo lato più lirico e romantico, senza rinunciare, però,  alla tensione latente che si respira nella sua musica. LEGGI ANCHE Nick Cave, Skeleton Tree: un disco di devastante bellezza

Skeleton Tree, sedicesimo lavoro discografico di Nick Cave & The Bad Seeds, è stato pubblicato lo scorso settembre, il giorno successive alla premiere di One More Time With Feeling, il film diretto da Andrew Dominik sulla realizzazione dell’album. Skeleton Tree ha debuttato al numero 1 delle classifiche di 8 paesi, nella Top 5 di altri 11 ed è stato certificato Disco d’Argento in UK.

I suoi concerti sono un’esperienza  emotiva da provare almeno una volta nella vita, anche per il rapporto quasi carnale che si crea tra Nick e i suoi adepti, con un muro di mani che lo cercano e lo toccano come in attesa di una rivelazione da questo carismatico e imprevedibile predicatore laico.

Le date da segnare sull’agenda, per i numerosi fan italiani dell’artista australiano, sono tre: sabato 4 novembre alla Kioene Arena di Padova, lunedì 6 novembre al Forum di Assago (MI) e mercoledì 8 al Palalottomatica di Roma.

Le date italiane arriveranno quasi alla fine di un lungo tour che prenderà il via a fine settembre in Inghilterra.

I biglietti saranno disponibili dalle 10:00 del 17 febbraio a questo link.

© Riproduzione Riservata

Commenti