Musica

L'outsider di Sanremo 2018 è Mudimbi: "So cosa devo fare"

Il rapper italo-congolese salirà sul palco dell'Ariston nella sezione "Nuove proposte" con il brano "Il Mago"

Mudimbi-Sanremo

Matteo Politanò

-

ll prossimo 9 febbraio esce Michel, il nuovo album di Mudimbi, rapper di origini italo-congolesi che con la sua ironia e spontaneità è riuscito a conquistare il Festival di Sanremo 2018 dove parteciperà nella sezione Nuove Proposte.

L'artista nato a San Benedetto del Tronto canterà sul palco dell'Ariston il singolo Il Mago, parabola in musica che racconta come sia possibile e necessario far fronte alle sfortune del quotidiano mescolando le carte della propria vita come fa un mago. E Michel, come suo amuleto, ha scelto Orietta Berti, che già negli anni ‘70 lanciava lo stesso messaggio con “Finchè la barca va”.

Manca poco a Sanremo, come vivi questa attesa?

"Sto vivendo questa possibilità come un'ulteriore punto di partenza. Sono consapevole dell'esposizione mediatica, sia nel bene che nel male, so che non dovrò sbagliare, soprattutto sul palco. Anche nelle interviste sto capendo che bisogna stare attenti perché una parola fuori posto può tornare indietro come un boomerang"

È una nuova partenza, l'ennesima della tua vita...

"Io ogni tanto riparto, in generale. Perché mi rifiuto di pensare a me come qualcuno che è arrivato da qualche parte. Io credo di fare sempre la gavetta: un punto di partenza è stato quando mi sono licenziato per provarci con la musica, un altro la firma con Warner, uno è Sanremo e dopo ce ne saranno altri..."

Cosa vuol dire "far bene" ad un Festival?

"Ci sono una serie di fattori, a presincdere dalla bellezza o meno della canzone. Fattori che una volta mescolati possono decretare il fallimento del brano o dell'artista. Io sono molto sicuro di me, di quello che dovrò andare a fare, ma ci sono anche tante situazioni imprevedibili..."

Perché hai scelto di portare un brano come "Il Mago"?

"Nonostante il quotidiano sia disseminato di grandi e piccole sfortune, ritengo che si potrebbe fare a meno di soffermarsi sempre e solo sulle sfighe. Sembra quasi che per stare meglio serva una magia, per questo ho chiamato in causa "Il Mago". Il messaggio nella canzone è che non serve essere per forza degli stregoni per godersi le cose buone della vita".

Vai a Sanremo senza una canzone d'amore, un ulteriore rischio?

"Presentare qualcosa che non è nelle mie corde sarebbe stato controproducente per me e anche per chi mi avrebbe scoperto con una canzone d'amore. Inoltre io non vengo dalle canzoni d'amore..."

Pronostici per i big in gara?

"Non ho idea chi possa vincere ma Stefano Luciani, il mio fonico, è insieme a Nina Zilli quindi sapete già per chi tifo... Tra i giovani mi piace Mirkoeilcane, abbiamo instaurato un bel rapporto e la sua canzone "Stiamo tutti bene" è bellissima".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Alla scoperta di Cromo, il nuovo talento del rap "italieno"

Classe 1998, un anno fa Ghali condivise una sua canzone e lo fece notare da Don Joe, ora è il momento del primo album - Intervista

"Io in terra" tour: è iniziato il lungo viaggio di Rkomi

La storia artistica di Mirko Martorana parte da Calvairate. Due anni fa stava per smettere con il rap, ora canta il suo disco d'oro

La rivincita di Ernia è una bella storia di musica

Tra i nomi nuovi del rap italiano c'è anche lui. Da solista macina milioni di views, sei anni fa cantava in gruppo con un certo Ghali...

Il flusso creativo di Frah Quintale ha scosso Spotify

Il rapper bresciano presenta il suo primo album da solista "Regardez moi", in uscita il 24 novembre - Intervista

Ghali al Lucca Comics: "Videogiochi? Ecco la mia classifica"

Commenti