Marracash e la genesi di Roccia Music

Il rapper milanese ha lanciato la sua label e presentato gli artisti del nuovo progetto musicale che coinvolge nomi grossi della scena hip hop e nuovi talenti

Matteo Politanò

-

Nascita, creazione, origine. La Genesi di Roccia Music è un overdose di entusiasmo per un progetto nuovo e ambizioso i cui attori sono nomi che negli ultimi anni hanno spinto in alto la musica hip hop italiana. Su tutti Marracash e Shablo,deus ex machinadi un’avventura discografica che non può essere limitata alla definizione di label. Roccia Music era il titolo del mixtape di Marracash datato 2005, un tormentone diventato marchio di fabbrica. Attenzione ai dettagli, allo stile inteso come impronta caratteristica di un modo di pensare che esce dalle casse. Roccia Music si ispira all’attitudine con cui oltreoceano sono nate numerose label indipendenti coordinate dall’esperienza e dalle intuizioni di artisti consacrati. Una sorta di G.o.o.d Music all’Italiana, l’etichetta fondata da Kanye West nel 2004 che ha spinto artisti come John Legend, Malik Yusef, Big Sean, Pusha T e tanti altri.

I nomi nel roster di Roccia Music sono un mix di certezze e talenti da valorizzare, realtà solide dell’hip hop italiano e nuove leve di cui si dice un gran bene. Da Achille Lauro, rapper romano classe 1990, passando per Corrado, Fred De Palma, l’ex membro dei Co’ Sang Luché, Attila, Tayone e Shablo, beatmaker tra i più apprezzati in Italia, un pezzo di storia del genere. La Genesi di Roccia Music si è concretizzata nel party di Palazzo Visconti tra amici e giornalisti che hanno potuto verificare con mano il concetto di originalità e stile inteso da Marracash e soci. Clima a metà strada tra Eyes Wide Shut e Scarface, presenti gli amici di sempre tra cui anche i Club Dogo e tanti artisti con cui i rapper di Roccia Music hanno collaborato negli anni.  

Un tempo quando si parlava di crew e collettivi si consideravano ruoli come il dj, il beatmaker, l'mc. Ora si sono aggiunti il videomaker e altri artisti che prima non erano strettamente legati alla realtà hip hop. Anche Roccia Music sta andando in questa direzione?

Marracash: Sicuramente stiamo tenendo d'occhio tutto e abbiamo in mente di sviluppare il progetto Roccia Music anche attraverso altre forme d'arte e comunicazione. Sono sempre stato molto attento alla presentazione dei prodotti, al valore che si dà alle scelte che non riguardano strettamente l'ambito musicale. Ci stiamo guardando attorno e non escludiamo di inserire nel nostro roster anche artisti nel senso più ampio della parola con cui sviluppare progetti collaterali e che possano essere integrati alla nostra musica.

Roccia Music non si può definire solo una label...

Shablo: Esattamente. Stiamo facendo un discorso più ampio, utilizzando la nostra conoscenza per allargare le prospettive dell'organizzazione e valorizzare anche gli artisti del nostro roster. Non solo musica ma anche comunicazione, booking e management. Abbiamo scelto gli artisti non solo per la loro attitudine ma anche per la possibilità di sviluppare con ognuno di loro un percorso artistico preciso e che possa far leva anche sull'esperienza di tanti componenti nella scena hip hop.

Un tempo era più facile incorrere nei termini "crew" e "collettivo" piuttosto che in "label". Quanto c'è di crew nella vostra etichetta?

Luché: Praticamente tutto.  Noi non abbiamo preso artisti solamente per il loro profilo con l'obiettivo di farli cantare e vendere dischi. Noi prima di tutto siamo amici, quando ci vediamo passiamo tempo insieme e ci divertiamo. L'amicizia è alla base di un progetto come il nostro, ci riteniamo una vera e propria famiglia ed è questa la principale forza del progetto Roccia Music.

Su cosa volete puntare per differenziare Roccia Music dalle altre etichette?

Luché: Sicuramente sulla qualità dei prodotti. Alla guida di questo progetto ci sono artisti come Marracash e Shablo che hanno fatto della qualità e della professionalità un loro marchio. La cura dei particolari e la grande esperienza nel mondo hip hop saranno il nostro primo alleato. Si vuole proiettare ulteriormente il messaggio che ognuno di noi veicola da anni con la propria musica e la cura dei dettagli ha un obiettivo preciso: l'immagine si evolverà a pari passo con la musica.

 

L'età media del pubblico che ascolta hip hop è molto bassa. Credete che tra qualche anno l'età dei vostri fan si sarà alzata o che invece dovrete continuare a far riferimento ai giovanissimi?

Luché: Noi facciamo questa musica da una vita, da quando la scena hip hop era ancora embrionale e nessuno avrebbe pensato a questa evoluzione. Adesso ci sono molte nuove generazioni che si stanno avvicinando a questo genere ma che hanno diverse lacune nella cultura hip hop. Mi piacerebbe se Roccia Music fosse in grado di trascinarli, di crescere la loro conoscenza del genere. Ai giovani ascoltatori italiani manca il background che può avere ad esempio la scena francese dove il pubblico ascolta hip hop da oltre vent'anni, è preparato alle novità, conosce il passato. Questo è perché noi italiani arriviamo sempre in ritardo. Spero che in futuro ci sia più conoscenza e curiosità ma non so dire a quale pubblico faremo riferimento, non ho la sfera di cristallo...

Tayone: Vengo dal periodo dei Sangue Misto, dall'epoca in cui il movimento hip hop italiano ha iniziato a crescere e organizzarsi con molta fatica e superando mille difficoltà. I ragazzi di adesso si sono avvicinati al rap ma meno alla cultura hip hop. Credo sia necessario attendere ma non possiamo prevedere cosa succederà nei prossimi anni. In ogni caso noi abbiamo le idee chiare su cosa fare e il genere sta vivendo un momento d’oro. Lavoro con Marracash da tanto, sono certo che Roccia Music sarà un riferimento della scena anche nei prossimi anni.

Si sta facendo un po' confusione sul genere hip hop?

Marracash: In questo momento c'è confusione sull'utilizzo di alcuni termini, ragionamenti un po' superficiali per un hip hop che da troppi viene declassato a semplice moda del momento. Si utilizzano le parole sbagliate per descrivere gruppi e realtà. Allo stesso modo in cui c'è abuso della parola hip hop anche alcuni gruppi pop vengono definiti rock, basti pensare ai Finley.

Si riconoscerà il suono Roccia Music?

Marracash: Certo… Vogliamo caratterizzarci al massimo

E come potreste descrivere le scelte che state facendo, quale saranno le caratteristiche di questo suono?

Shablo: Non posso descriverlo, bisogna solo ascoltarlo.

Esattamente. E per assaporare la genesi basta un clic. Un clic per scaricare in freedownload “Genesi” , il primo progetto di una nuova realtà musicale che si è presentata con carattere, originalità e un’esperienza che non sa tradire le attese.

© Riproduzione Riservata

Commenti