Musica

Mannarino: ecco come "far ballare la tristezza"

Il cantautore romano pubblica "Apriti Cielo". Nove brani che uniscono malinconia e ritmo coinvolgente - Video

Mannarino, il nuovo disco è "Apriti cielo"

Giovanni Ferrari

-

"Il samba è una tristezza che balla". Con questa frase di Vinicius De Moraes possiamo riassumere il quarto album di inediti di Mannarino, che esce oggi per Universal. "Apriti Cielo" comprende nove brani che assorbono tutti i viaggi del cantante di Roma. Ma, più di tutti, contiene l'universo musicale brasiliano, con il suo ritmo e la sua continua e pacata sensibilità.

Mannarino pesa bene le parole. Ne conosce il significato, ma soprattutto l'impatto che possono avere. È per questo motivo che - tra blues, rock e rolk - racconta immagini e sensazioni con creatività e semplicità. Ma mai in modo banale. Una prova di questo? Il primo singolo di "Apriti Cielo", Arca di Noè. Ma anche Gandhi, brano dal suono coinvolgente e dalle parole davvero facili alla commozione.

Insomma: in questo lavoro, Mannarino non si è risparmiato. Ci ha insegnato che non è necessario fingere ciò che non si è. Basta impegnarsi nel cercare la bellezza. Anche - e soprattutto - nella tristezza.

Ecco cosa ha raccontato: 

© Riproduzione Riservata

Commenti