Musica

John Lennon Educational Tour Bus: creatività per tutti

In Italia lo studio di registrazione mobile intitolato a John Lennon, aperto agli studenti

 

Per la prima volta il John Lennon Educational Tour Bus arriva in Italia. Il progetto, sostenuto da Yoko Ono, è nato negli Stati Uniti nel 1998 con lo scopo di fornire gratuitamente agli studenti la possibilità di registrare e produrre musica. Così è stato messo a punto uno studio di registrazione mobile no-profit all'avanguardia e tra i più grandi al mondo, che ospita periodicamente i ragazzi per aggiornarli sulle più recenti tecnologie audio e per dare loro la possibilità di sviluppare un progetto originale, creando brani, video e tutto ciò che è necessario per dare forma alle loro idee, dal concept alla creazione di una produzione musicale vera e propria.

In Italia, il tour è partito da Milano, dove il progetto è stato presentato il 29 ottobre all'Università Bocconi, che ha scelto di dare spazio a questa iniziativa «Perché ha due corsi di laurea nei quali particolare attenzione è data all’economia dei settori dello show biz e delle loro trasformazioni», spiega Paola Dubini, Professore di Economia Aziendale e Direttrice del CLEACC, Corso di Laurea in Economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione, «Lavorando da anni con le imprese culturali conosciamo bene la complessità e il livello di professionalità richiesto per operare con successo nei settori della musica, dell’audiovisivo e dello spettacolo, ed ospitare il Lennon Bus è un’ottima occasione per esporre i nostri studenti al funzionamento dei processi produttivi».

Nei prossimi giorni il Bus raggiungerà Mantova (3,4 novembre, Istituto Superiore Bonomi Mazzolari); Torino (6,7 novembre, International School); Bologna (dal 10 al 12 novembre, Centro Lame con Comune, Università e Conservatorio), dove Roberto Nicoletti , Pro Rettore per gli studenti e la comunicazione istituzionale dell'Università di Bologna ha accolto il progetto per  la «grande rilevanza del ponte che l’iniziativa rappresenta tra università e mondo esterno».

Infine, farà rotta verso Roma (13, 14 novembre, Università La Sapienza) e Piacenza (17, 18 novembre, liceo Respighi). Una proposta interessante a molti livelli, e sostenuto da La Sapienza anche per l'alta qualità del servizio: «La nostra Associazione ha cercato, sin dall'inizio, di garantire agli studenti servizi gratuiti di alta qualità», spiega Antonio Lodise - Presidente Associazione Sapienza in Movimento, Università La Sapienza di Roma, «Pensiamo che parte fondamentale della vita universitaria sia anche quella non esclusivamente didattica, quella in cui i ragazzi di diverse provenienze socio-culturali si incontrano e crescono insieme. In quest'ottica abbiamo subito accolto con entusiasmo il Lennon Bus, un progetto che vediamo del tutto affine alla nostra linea etica e al nostro modo di fare».

John Lennon quest'anno avrebbe compiuto 74 anni e questo progetto è un modo per ricordarlo. Nelle parole di Yoko Ono: «Questo progetto avrebbe reso John molto orgoglioso. E' nato dall'amore di
John e dai desideri dei bambini di tutto il mondo. Sono molto felice!».

The John Lennon Educational Tour Bus, in Italia fino al 18 novembre.


© Riproduzione Riservata

Commenti