Giulia Mazzoni a Panorama Unplugged

Live nei nostri studi la pianista-rivelazione 

Giulia Mazzoni (Credit: Alessio Pizzicanella)

Tony Romano

-

Viso acqua e sapone condito da una simpatia e una risata coinvolgente. Abbiamo incontrato la giovane e talentuosa pianista Giulia Mazzoni che ha da poco pubblicato il suo primo album, Giocando con i Bottoni. Lo ha presentato a Panorama Unplugged.

Il disco comprende 14 brani originali, composti  ed eseguiti dalla stessa Giulia dove tra classico e moderno, disegna scenari pescati tra la sua infanzia ed il presente, usando uno stile delicato dimostrando grande sensibilità artistica: ‘Ho scoperto la musica per caso, poiché la mia non è una famiglia di musicisti. All’epoca facevo la quinta elementare ed ero in giardino durante la ricreazione quando all’improvviso ho sentito il suono di un pianoforte che veniva da un’aula e me ne sono innamorata all’istante. Così ogni qualvolta che potevo, entravo in quella stanza per giocare con il pianoforte, per me era un po’ come giocare con il Lego (ride) e l’anno seguente, ho deciso di iniziare a prendere lezioni di musica, frequentando una scuola privata a Prato, mia città natale per poi trasferirmi a Milano per proseguire gli studi al conservatorio Giuseppe Verdi’.

L’energia di Giulia è coinvolgente e trasuda dalle sue parole scandite da quella piacevolissima cadenza toscana: ‘in seguito ho fatto tantissimi concerti e fin da subito si è manifestata la mia voglia di comporre e comunicare con gli altri, avendo un approccio un po’ più creativo con lo strumento. Ho iniziato allora a fare concerti in cui proponevo anche le mie composizioni originali e ho lasciato una miriade di cd a mezzo mondo (ride), finche un bel giorno ho incontrato qualcuno che mi ha dato la possibilità che da tempo aspettavo e finalmente dopo anni di sacrifici è arrivato questo disco! Non è stato facile riuscire a farsi sentire in un ambiente dominato prevalentemente da uomini ma anche questa è stata una bella soddisfazione’.

Il primo singolo Piccola Luce narra un tema delicato in cui una giovane prostituta cerca di sfuggire al suo destino inseguendo un bagliore, come fosse una speranza, che si intravede in fondo ad una strada buia. Il videoclip pubblicato su Youtube ha già superato le 8000 visualizzazioni in poco più di un mese: ‘Sono felicissima di questo, è un traguardo che mi riempie di gioia immensa e mi auguro che le visualizzazioni possano aumentare ancora sempre di più (ride). Durante le riprese del video’ girato secondo la nuova ed innovativa tecnica del Cinemagraph in cui una serie di fotografie in bianco e nero presentano alcuni particolari in movimento, ‘ho imparato molte cose anche se ho dovuto ripetere le scene molte volte, ma è stato divertente’. 

Giulia sarà in concerto il 27 luglio a Livorno all’interno della manifestazione Effetto Venezia per poi replicare il giorno seguente, il 28 all’Abbazia di San Galgano a Chiusdino, in provincia di Siena. 

© Riproduzione Riservata

Commenti