Redazione

-

-Live blogging-

"I suoi occhi si sono immobilizzati, poi si è come addormentato". Judith Hill, cantante e protegé di Prince, racconta i momenti terrificanti a bordo dell'aereo su cui la rockstar si era sentita male lo scorso 15 aprile e era stato costretto ad un atterraggio di emergenza. La Hill, che tra l'altro avrebbe dovuto duettare con Michael Jackson nel famoso 'This is It' prima di morire nel 2009, era sul volo, assieme all'assistente di Prince, che stava riportando il cantante a Minneapolis dopo un concerto ad Atlanta. "Stavamo cenando con pasta e verdure" racconta in un'intervista al New York Times, "e chiacchierando di musica. Grazie a Dio lo guardavo in faccia e mi sono accorta di un cambiamento nei suoi atteggiamenti. Ero terrorizzata, ma sono riuscita ad intervenire prontamente". Ma ciò non bastò a rianimare Prince, di lì la decisione di atterrare immediatamente. In quell'occasione il genio di Minneapolis si salvò grazie ad una iniezione di Narcan, un farmaco salvavita in caso di overdose da oppiacei. - ANSA


2 giugno

Sembra certo che ad uccidere Prince sia stata una overdose di oppiacei. Lo sostiene l'Associated Press citando fonti vicine alle indagini che avrebbero rivelato i risultati dell'autopsia. Nelle ultime settimane di vita il cantante ha assunto farmaci painkillers, sviluppando una dipendenza che lo avrebbe indotto ad abusare di questi antidolorifici molto potenti. Da anni l'artista soffriva per un problema all'anca che un intervento chitrurgico non era riuscito a curare.


24 maggio

ll Minneapolis Star Tribune Prince scrive che Prince era morto da almeno sei ore quando è stato trovato da due collaboratori nell'ascensore della sua casa di Paisley Park, in Minnesota. Lo sostiene il paramedico intervenuto dopo la chiamata di emergenza.

11 maggio

Circa 700 persone provenienti da ogni parte degli Usa affermano di essere legati da un vincolo di parentela a Prince e sono a caccia di una parte della sua fortuna. "Abbiamo ricevuto tra le 600 e le 700 chiamate" ha spiegato ai media statunitensi Harvey Morse, che si sta occupando dell'eredità della star morta lo scorso 21 aprile. Poi ha precisato che lui riterrà validi solo "documenti ufficiali come certificati di nascita, matrimonio, divorzio, oppure censimenti". Prince ha una sorella, Tyka Nelson, e cinque fratellastri. (ANSA)

7 maggio

Sinead O'Connor ha accusato il conduttore tv Arsenio Hall di aver fornito droghe a Prince negli ultimi anni. Hall dopo aver negato quanto sostenuto dalla cantante l'ha citata in tribunale chiedendo un risarcimento di 5 milioni di dollari. Intanto si infittisce il mistero sulle ultime ore di Prince. Pare che nella casa dell'artista fosse presente Andrew Kornfeld, il figlio di un noto medico californiano, Howard Kornfeld, specialista nella cura delle tossicodipendenze.

3 maggio

"Rendiamo pubblico il contenuto custodito nella cassaforte segreta". Questo l'appello del fratellastro di Prince, Alfred Jackson, pochi giorni dopo l'apertura del forziere che custodisce, presumibilmente, musica inedita in grado di produrre album per il prossimo secolo. Il contenuto della cassaforte, aperta con un trapano perché il codice lo conosceva solo Prince, è importante in quella che si profila come una battaglia legale per mettere le mani sulla fortuna del genio di Minneapolis trovato morto il 21/4 nella sua abitazione. Se sarà confermato che si tratta di musica inedita, la vendita genererà altri milioni di dollari.

Intanto, in assenza di un testamento oltre che di eredi diretti, un tribunale del Minnesota ha nominato un amministratore legale, il Bremer Trust. Secondo la legge dello Stato, il patrimonio di Prince (stimato in 300 milioni di dollari) dovrebbe essere diviso tra la sorella Tyka e 5 fratellastri. Si attende l'esito dell'autopsia per stabilire le cause esatte della morte.

29 aprile

Le ipotesi sulla morte di Prince si sprecano di giorno in giorno e gli inquirenti sembrano brancolare ancora nel buio. Anche se il suicidio è stato totalmente eliminato tra le cause di decesso della pop star, ad oggi gli esperti non escludono che possa essere stata un'overdose.

Un'ipotesi che fa seguito alle indiscrezioni secondo cui il cantante, trovato morto nell'ascensore della sua abitazione a Paisley Park in Minnesota, avrebbe avuto con sé dei farmaci antidolorifici.

Si indaga, inoltre, su un dottore che gli gli avrebbe prescritto farmaci prima del decesso avvenuto lo scorso 21 aprile. "Stiamo continuando a indagare sulle circostanze che hanno causato la morte di Prince - ha detto un rappresentante dell'ufficio dello sceriffo di Carver County - il medico legale ci darà i risultati dell'esame tossicologico ma ci vorranno alcune settimane". Intanto l'autopsia non ha rivelato traumi sul corpo del cantante di Minneapolis.

28 aprile

Ancora non c'è nulla di sicuro ma la causa della morte di Prince potrebbe essere stata l'Aids. La voce è stata fatta circolare dal National Enquirer, che ha ascoltato una fonte anonima assai vicina al genio di Minneapolis, secondo la quale a Prince era stato diagnosticato l'Aids sei mesi fa, dopo che aveva imparato a convivere con la sieropositività già dalla metà degli anni Novanta.

Sembra che l'artista, seguace dei Testimoni di Geova, avesse deciso di non sottoporsi a cure mediche specifiche per combattere il virus in nome della sua fede, confidando che Dio lo avrebbe guarito.

Inoltre, nuove indiscrezione fornite dalla CNN parlano di alcuni antidolorifici a base di oppio trovati sia addosso a Prince sia nella sua casa. Il loro uso era forse legato all'Aids.

Cosa sappiamo della morte di Prince?

26 aprile

Si infittisce il mistero sugli ultimi giorni di Prince. Il cognato ha rivelato un particolare sconvolgente: il cantante avrebbe infatti trascorso sei giorni in sala d'incisione senza dormire per incidere nuove canzoni. Pare che nell'archivio segreto dell'artista siano stati trovati oltre mille brani inediti e numerosi video mai pubblicati. Secondo il sito americano TMZ, lo scorso 15 aprile, Prince sarebbe stato ricoverato d'urgenza ad Atlanta per un'overdose da oppiacei.

24 aprile

La portavoce di Prince, Anna Meacham, ha dichiarato: "Il corpo di Prince è stato cremato e le sue ceneri riposano in un luogo che resterà segreto".

- LEGGI ANCHE: Noemi, il tributo a Prince nella tappa di Panorama d'Italia

- LEGGI ANCHE: Prince, le canzoni più famose

- LEGGI ANCHE: Prince e Michael Jackson, così simili, così diversi

- LEGGI ANCHE: Prince, i 3 album più belli della carriera


23 aprile

L'autopsia (effettuata venerdì 22 aprile) sul corpo di Prince, deceduto giovedì a 57 anni, non ha evidenziato ,"Né lividi, né segni di suicidio", secondo quanto dichiarato delle autorità. Per risultati di dettaglio saranno necessari alcuni giorni. L'esame autoptico è stato condotto a Ramsay, nel Minnesota.

---


LE COSE CHE SAPPIAMO DELLA MORTE DI PRINCE

Ecco alcune delle cose che sappiamo sulla fine della pop star: Prince è stato visto per l'ultima volta verso le 8 di sera di mercoledì, quando venne lasciato da un'automobile a Paisley Park. La mattina di giovedì 21 aprile, Prince è stato trovato privo di sensi in una ascensore a Paisley Park, appena fuori Minneapolis, nel Minnesota.

L'edificio era la residenza di Prince, ma al suo interno c'erano anche gli studi di registrazione che usava.

Secondo la trascrizione di una telefonata all'emergenza delle 9.43 del mattino di giovedì, una voce maschile, per ora non identificata, ha detto esplicitamente che Prince era morto. Quando l'addetto alle chiamate d'emergenza ha chiesto se colui che chiamava si trovasse con la persona deceduta, la risposta ottenuta è stata: "Sì, è Prince".
Sono comunque intervenute le unità di emergenza sanitaria, e al corpo di Prince sono state praticate le procedure di rianimazione cardio-polmonare, che però non hanno avuto effetto. Tre persone erano presenti in casa di Prince quando il personale dell'ambulanze è entrato per portare i soccorsi.

Prince è stato poi dichiarato morto dal medico giunto sul luogo alle 10:07 di giovedì 21 aprile.

Il 15 aprile, l'aereo privato di Prince venne costretto a un atterraggio di emergenza a Atlanta in Georgia, per un malore della star.
Una versione ufficiale dell'accaduto sostiene che Prince abbia sofferto un forte attacco influenzale. Il sito di gossip Tmz sostiene invece che la causa del malore sia stata un'overdose di un farmaco antidolorifico, il Percocet.

Un portavoce di Prince, dopo il malore, ha rassicurato i fan sostenendo che stesse meglio e che stesse riposando nella sua casa di Paisley Park.

Il 17 aprile, Prince è apparso a un party tenuto nella sua residenza, durante il quale ha rassicurato gli intervenuti scherzando: "Aspettate ancora qualche giorno prima di dire le preghiere"

Il suo ultimo concerto si è tenuto al Fox Theather di Atlanta il 14 aprile, un'esibizione voce e pianoforte.

Prima di chiudere con "Kiss", Prince ha cantato "Heroes" come tributo a David Bowie.


© Riproduzione Riservata

Commenti