Gabriele Antonucci

-

C’erano una volta il rock e l’elettronica, due mondi a parte con propri codici e stilemi.Nessuna possibilità di compromesso o di ambiguità: o abbracciavi l’uno o seguivi l’altra.

I primi a infrangere queste barriere e a unire con la loro musica pubblici completamente diversi sono stati i Depeche Mode. Il trio di Basildon, formato da Dave Gahan, Martin Gore e Andy "Fletch" Fletcher(Vince Clarke lasciò subito il gruppo per fondare gli Yazoo)è da trentacinque anni sulla cresta dell’onda, nonostante i litigi interni e i ben noti problemi di droga e di depressione del frontman, che nel 1996 ha tentato perfino il suicidio. Chi ha assistito al fortunato Delta Machine Tour del 2013, che ha totalizzato 2,4 milioni di spettatori in 32 paesi,  ha visto un gruppo in piena salute, con un Dave Gahan rigenerato dalla dieta vegana. Con oltre 100 milioni di dischi venduti nel mondo, i Depeche Mode sono a pieno titolo “la più famosa band di musica elettronica che il mondo abbia mai conosciuto” (Q Magazine).

Dopo averlo preannunciato sui social da qualche giorno, oggi è ufficiale: l’11 novembre uscirà per Sony Music l’antologia Video Singles Collection in 3 DVD, contenente più di quattro ore di video dei Depeche Mode (e oltre due ore di commenti).Per la prima volta i video della band dal 1981 al 2013 sono raccolti in un’unica antologia.

Video Singles Collection è il primo di una serie di progetti retrospettivi approvati dalla band che analizzano la straordinaria carriera dei Depeche Mode e la loro influenza sulla cultura pop. 

“Siamo felici e onorati di pubblicare Video Singles Collection dei Depeche Mode, tassello fondamentale che si aggiunge al loro catalogo da noi recentemente acquisito. Questa antologia testimonia il costante contributo della band alla storia dei video musicali”, ha commentato Richard Story, President Commercial Music Group di Sony Music Entertainment.

Il cofanetto in 3 DVD abbraccia oltre tre decenni di hit dei Depeche Mode con la successione dei loro video innovativi e provocatori, diretti da autentici visionari della settima arte come Julien Temple, Anton Corbijn, D.A. Pennebaker e John Hillcoat, solo per citarne alcuni.

Nel corso della loro carriera, i Depeche Mode hanno sempre puntato sulla qualità dei loro video, collaborando con registi e troupe di prim’ordine per realizzare alcuni dei cortometraggi più indimenticabili della storia del videoclip.

“I video hanno sempre avuto un ruolo essenziale nel presentare la musica dei Depeche Mode al mondo intero”, concordano i componenti della band. “È stato bellissimo tornare indietro nel tempo e rivivere le emozioni e i ricordi suscitati da questi video a così tanti anni di distanza. È incredibile averli finalmente messi tutti insieme, e speriamo che i fan apprezzino questo viaggio nel tempo così come l’abbiamo apprezzato noi”.

Il cofanetto include 55 versioni restaurate dei singoli dei Depeche Mode, oltre a 4 rare versioni alternative e commenti su specifici videoclip, registrati dai componenti della band appositamente per questa release.

© Riproduzione Riservata

Commenti