"Johnny se n'è andato. Scrivo queste parola senza riuscire a crederci. Il mio uomo non c'è più, ci ha lasciati questa notte così come ha vissuto tutta la sua vita, con coraggio e dignità". Così la moglie Laeticia ha annunciato la morte di Johnny Hallyday, icona del rock blues francese, deceduto a 74 anni per un tumore ai polmoni. 

Nato a Parigi 15 giugno del 1943, il suo vero nome era Jean Philippe Smet. 

In 50 anni di carriera ha venduto oltre cento milioni di dischi e inciso più di mille brani. Hallyday è stato anche uno degli scopritori di Jimi Hendrix che incontrò in più occasioni a Parigi.

Tra i tanti show indimenticabili, quello ai piedi della Torre Eiffel con i Rolling Stones. Ha duettato anche con Zucchero (cover di Blue Suede Shoes) e con molte cantanti come Lara Fabian, Isabelle Boulay, Chimene Badi, Maurane, Céline Dion e Laura Pausini. Ha anche tradotto in francese alcuni brani di Adriano Celentano fra cui 24.000 baci. 

Le cinque canzoni indimenticabili

1) Viens danser le twist: ovvero Let's twist again in francese: La versione di Hallyday rimase al primo posto delle chart francesi per sette settimane consecutive.

2) Que je t'aime: un grandissimo successo pubblicato nel giugno del 1969. Solo in Francia il 45 giri vendette 850 mila copie. Della canzone esiste anche una versione italiana intitolata Quanto ti amo. 

3) Retiens la nuit: composta da Charles Aznavour e Georges Garvarentz, la canzone è rimasta per nove settimane al primo posto dell'hit parade francese vendendo 520 mila copie. 

4) Marie: settecentomila copie in Francia per questo singolo datato 2002 e incluso nell'album À la vie, à la mort !

5) Requiem pour un fou: un classico del 1976 che rimase per quattro settimane al primo posto della classifica francese. Il 45 giri vendette 590 mila copie. 


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti