Parla Mister Netflix

Italiani, a me gli occhi, i vostri telecomandi, i cellulari, i computer: vi stupirò. Intervista a Reed Hastings, padrone globale di film e serie tv. Su Panorama in edicola il 29 marzo

panorama cover n. 15 2018

La copertina di Panorama n. 15, 2018 – Credits: Panorama

La copertina di questo numero di Panorama, n. 15in edicola il 29 marzo 2018 è dedicata a Mister Netflix, ossia Reed Hastings, il fondatore e ceo di una delle aziende più potenti del pianeta: Netflix offre a 190 paesi, e a 117 milioni di abbonati, film, telefilm, serie tv, documentari...
A Panorama, che l’ha intervistato in esclusiva, Hastings ha raccontato che ha iniziato come venditore di aspirapolveri porta a porta (vincendo il titolo di «venditore del mese») , che ha vissuto per un anno a Roma (e ancora la rimpiange) e che la formula vincente della sua azienda si ispira alla cucina italiana. «Ci concentriamo su pochi ingredienti e li assembliamo bene, come fate voi con i vostri piatti».
Siamo anche andati a visitare il quartiere generale degli studios di Netflix, nelle sue due sedi: a Hollywood e a Los Gatos (nella Silicon Valley), dove si decidono i programmi del futuro, si vagliano copioni, si analizzano i gusti degli abbonati, si ingaggiano talenti, si girano le puntate. Un vero e proprio viaggio nell’impero dei sogni digitali.

Il flagellante della Passione

Un altro personaggio quasi da fiction, ma che esiste davvero e che ci ha incuriosito al punto da dedicargli sei pagine e un articolo dal tiutolo «Il vattiente inglese», è un signore che si chiama Mario Vaccaro, ha 42 anni, e dalla Calabria, 23 anni fa, è andato a vivere a Portsmouth, in Inghilterra, dove lavora come operaio. Perché ve lo raccontiamo? Perché ogni anno, a Pasqua, Mario torna alle origini, a Nocera Terinese, a interpretare il ruolo del «vattiente», che in dialetto calabrese significa il «flagellante», nella sacra processione del suo paese (sulla schiena, ha tatuata persino una gigantesca Madonna). «Dopo» racconta «siamo tutti rigenerati e la vita ricomincia». E lui torna a Portsmouth, a fare «l’inglese».

Pensioni: cambiare Fornero

Poi ci occupiamo di pensioni, o meglio di come mettere mano alla riforma Fornero, la riforma più odiata dagli italiani, senza però distruggere i (precari) conti pubblici. Matteo Salvini vuole cancellarla, e lo ha detto spesso. Ma buttare nel cestino la riforma Fornero è davvero possibile? Forse si potrebbe provare a eliminare non l’intero provvedimento (rischioso) ma alcune delle parti più indigeste. Come spieghiamo in cinque punti.

Sorprendenti veline

Infine, parliamo di veline. Sì, proprio quelle di «Striscia la Notizia». Che, secondo i luoghi comuni e i pregiudizi, dovrebbero essere belle ma stupide, o quanto meno pronte a puntare tutto sul proprio corpo. Invece l’incontro con Shaila e Mikaela, le due veline del programma, frantuma ogni preconcetto. Leggono Flaubert, Maupassant, Balzac, Jane Austen. Parlano dalle tre alle cinque lingue. E a chi, sul web, le attacca e le critica, rispondono che: «Sono odiatori e balordi, che si nascondono dietro l’anonimato».

© Riproduzione Riservata

Commenti