Flat tax, una tassa come speranza

L'economista che ha teorizzato l'aliquota unica spiega perché l'Italia non può farne a meno se vuole uscire dalla crisi. Tutte le anticipazioni del numero di Panorama in edicola dal 28 agosto

«Cari italiani, solo la mia tassa può farvi crecere». Panorama, nel numero in edicola da giovedì 28 agosto, intervista Alvin Rabushka, il grande economista americano che per primo ebbe l’idea della «flat tax» nel 1981.

Perché in Europa è proprio «flat tax» la formula magica di questa estate 2014: la tassa piatta, con un’aliquota unica, di solito piuttosto bassa, che dai primi anni Novanta è stata applicata con clamoroso successo alla maggior parte dei Paesi usciti dal blocco sovietico. La Spagna l’ha appena introdotta nel settore del lavoro, crando in pochi mesi oltre 100 mila nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato. E se ne discute in Gran Bretagna, fra i conservatori di David Cameron, e in Italia nel centrodestra, dove Silvio Berlusconi ha appena lanciato la proposta.

 

Io, l’italiano che atterrerà sulla cometa

Sorpresa. A guidare la sonda «Rosetta», che in novembre atterrerà sulla cometa 67P/Churyomov-Gerasimenko, è un italiano: si chiama Andrea Accomazzo, è direttore di volo dell’Esa. A Panorama Accomazzo ha raccontato la sua marcia di avvicinamento alla cometa, durata più di dieci anni. Con un obiettivo mai raggiunto prima nella storia dei voli spaziali: scendere con un «lander»sul misterioso corpo celeste, per prelevarne campioni da esaminare.

 

Viaggio a Mosca sotto embargo alimentare

Scaffali svuotati da brie e camembert in poche ore. Il parmigiano conservato come una reliquia in fondo ai banconi dei supermercati più esclusivi di Mosca. Chef italiani e pizzerie internazionali costretti a inventarsi menù senza burrata e gorgonzola. Panorama ha fatto un viaggio nella capitale russa, per scoprire come il Paese reagisce all’embargo decretato da Vladimir Putin sui prodotti agroalimentari di Usa e Unione europea. Una risposta alle sanzioni contro il Cremlino per la crisi Ucraina, che rischia di costare molto cara all’Italia.

 

Neolaureati. E adesso al lavoro

Si sono appena laureati. E si affacciano al mercato del lavoro in un mondo che non ne offre. Panorama ha raccolto in 12 storie personali i timori e i dubbi, ma anche le aspirazioni, le speranze e le motivazioni di una generazione di giovani laureati che non si scoraggia davanti alla crisi globale ed esige un futuro non necessariamente in Italia. Per sé e per il proprio Paese.

 

L’ultima spiaggia (dell’estate 2014)

Settembre, ultima spiaggia di questa estate (meteorologicamente) da dimenticare: Panorama nel numero in edicola propone ai suoi lettori otto splendide spiagge, dalla Sardegna alla Normandia. Probabilmente le migliori dei sette mari.

© Riproduzione Riservata

Commenti