Dopo il terremoto nel Sichuan e altre foto del giorno, 22.4.2013
Dopo il terremoto nel Sichuan e altre foto del giorno, 22.4.2013
Foto

Dopo il terremoto nel Sichuan e altre foto del giorno, 22.4.2013

La giornata di oggi in otto scatti, dalla Cina alla Somalia, da Londra a Nuova Delhi

Gli scatti della selezione di oggi ci portano nell'area di Lushan, nella provincia del Sichuan, in Cina, dopo il terremoto; nel cimitero militare dell'Armata Rossa a Cybinka, nella Polonia occidentale; nella residenza di campagna di Putin a Novo-Ogariovo, fuori Mosca, in Russia; a Tosno, nella regione di San Pietroburgo, in Russia; e poi a Londra, a Pohang in Corea del Sud, a Nuova Delhi in India, e a Jazira, alla periferia di Mogadiscio, in Somalia.


"Immagini che scorrono sul monitor delle "agenzie": il mondo come lo avvertiamo,  mediato, non dall'impossibile ritmo continuo delle televisioni, ma dal  ritmo discreto degli scatti dei fotografi; un flusso di momenti che  inquadrano una giornata. Una serie di "istanti infiniti" che ci aiutano a  vedere. Nessuna ambizione di primato estetico - troppo veloce e caotica  la selezione; ma, certamente, il valore estetico delle fotografie scelte è parte della loro funzione, non solo "documento", ma soprattutto  espressione delle possibilità della fotografia come media narrativo e  rappresentativo."

Mohamed Abdiwahab/AFP/Getty Images

22 aprile 2013.  A Jazira, alla periferia di Mogadiscio, un gruppo di persone in preghiera accanto alla bara di Mohamed Ibrahim Rageh, il quarto giornalista somalo ucciso nel Paese dall'inizio dell'anno. Mohamed Ibrahim Rageh, ucciso mentre rincasava, a Mogadiscio, lavorava per la televisione nazionale somala e per Radio Mogadiscio. È stato freddato a colpi da arma da fuoco da alcuni uomini armati a volto coperto.

Ti potrebbe piacere anche
ARTICOLI PREMIUM

La nuova stangata sulla casa

True

I più letti