"Cosa succede agli uomini e alla terra, quando milioni di agricoltori di sussistenza abitanti in contesti rurali sono incentivati a vendere i loro terreni, a rinunciare al loro stile di vita e a imparare a vivere come consumatori della classe media, in una delle province urbane di nuova costruzione in Cina?" Questa la domanda a cui ha risposto il fotografo hongkonghese Justin Jin dell'agenzia Panos Pictures 
con il suo reportage Another Great Leap Forward (Un altro grande balzo in avanti), realizzaro tra i grandi palazzi di recente costruzione edificati nella provincia di Hebei, poco fuori Pechino.

Global Imaging Ambassador per Sony, nell'ambito del progetto #FutureofCities che "racconta il futuro" delle grandi città del pianeta dove maggiore è la crescita della popolazione, il reporter ha immortalato questo e gli altri scenari dove, nelle diverse città del Paese, è in corso di realizzazione un mega-progetto di "ingegneria sociale" del governo cinese: un piano mastodontico per spostare, entro il 2020, 100 milioni di abitanti dalle zone rurali verso aree urbane, allo scopo di creare nuova "classe media". Trasformando in consumatori gli agricoltori, che per lo più vivono di ciò che producono, si pianifica la costruzione della domanda per la crescita economica futura. 

Non senza costi sociali. Famiglie di contadini che da generazioni coltivavano i loro piccoli appezzamenti di terreno, in un Paese da sempre prevalentemente agricolo, sono stati attratti dalla prospettiva di abbandonare le loro case modeste in cambio di una compensazione economica e di nuovi appartamenti; altri sono stati costretti ad andarsene; tutti affrontano ora gli sconvolgimenti sociali della loro nuova vita tra enormi palazzoni tutti uguali, totalmente privi di infrastrutture sociali.

I reportage della serie #FutureofCities sono in mostra alla Somerset House di Londra fino al 10 maggio 2015, in contemporanea alla grande esposizione dedicata a tutti i vincitori dei Sony World Photography Awards

Le nostre gallery dedicate al progetto:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti