Photo Department

-

Torna a Lodi, dal 17 ottobre, il Festival della Fotografia Etica, giunto alla sua V edizione. La manifestazione dedicata al fotoreportage mette quest'anno al centro della propria indagine l’universo femminile e le sue spesso drammatiche problematiche, protagoniste del percorso espositivo La violenza sulle donne nel mondo, proposto nella sezione "Spazio tematico" e costituito da cinque esposizioni di altrettanti fotografi:

- Jeddah Diary di Olivia Arthur: un’immersione nel mondo contraddittorio delle donne saudite, ai confini tra ciò che si può vedere e ciò che non si è autorizzati a vedere.
- I just want to Dunk, Basket femminile a Mogadiscio di Jan Grarup: Suweys e le sue compagne di squadra hanno ricevuto minacce di morte da Al-Shabaab e dagli uomini delle loro famiglie solo perché vogliono giocare a basket.
- Taken di Meeri Koutaniemi: Nonostante sia vietata dalla legge in Kenya, le donne delle tribù Masai continuano a subire la tradizionale pratica delle mutilazioni genitali femminili.
- Beautiful Child di Lærke Posselt: I concorsi di bellezza per bambini negli Stati Uniti sono esplosi negli ultimi anni, ma quali saranno le conseguenze sulla salute mentale e l’immagine di sé che hanno le bambine?
- In/visible di Ann-Christine Woehrl: Le storie di quattro donne sopravvissute ad aggressioni, con l’acido o con il fuoco, che hanno cambiato la loro vita.

Il programma del festival si snoda in due week end successivi, dal 17 al 19 e dal 24 al 26 ottobre 2014, e propone svariate altre mostre, allestite in alcune delle sedi più prestigiose della città lombarda.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

World.Report Award 2014: le foto dei vincitori

Il premio italiano dedicato al fotogiornalismo ha assegnato i suoi riconoscimenti a tre reportage realizzati in Afghanistan, Ungheria e Congo

Piccoli arcieri per la pace in Kenya

Il tiro con l'arco insegnato ai bambini: nel reportage di Dai Kurokawa, un progetto educativo per superare le faide tribali che insanguinano la regione

Viaggio nell'Africa ignota

Il Continente Nero tra ‘800 e ‘900 nelle immagini della Società Geografica Italiana, a Milano

Commenti