Photo Department

-

Inaugura martedì 29 settembre a Milano, presso le sale di Forma Meravigli, la mostra La vera Italia? Due inchieste di Pier Paolo Pasolini. La lunga strada di sabbia – Comizi d’amore, prodotta dalla Fondazione Forma per la Fotografia in collaborazione con la Cineteca di Bologna.

Nel 40° anniversario della morte di Pasolini, assassinato su una spiaggia di Ostia nella notte tra il 1° e il 2 novembre del 1975, l'esposizione celebra la memoria dell'intellettuale, scrittore, regista e poeta ripercorrendo con le immagini due sue grandi inchieste condotte alla scoperta dell'Italia, dei suoi cambiamenti e dellle sue contraddizioni.

È il 1959 quando la rivista Successo pubblica il reportage in tre puntate La lunga strada di sabbia, realizzato da un Pasolini "inviato speciale" percorrendo tutta la costa italiana da Nord a Sud, al volante di una Fiat Millecento. Incontrati e narrati nel momento sospeso delle vacanze, gli italiani diventano i protagonisti di questo diario di viaggio-inchiesta su un Paese in cambiamento, tra il dopoguerra ormai alle spalle e il boom economico che sta per esplodere.

A quattro anni di distanza, nel 1963, Pier Paolo Pasolini realizza un’altra inchiesta, questa volta sugli italiani e la sessualità. Percorrendo nuovamente la penisola, rivolgerà le sue domande sull’amore, sul sesso e sull'importanza del cosiddetto "comune senso del pudorea" alle persone comuni che incontrerà sulle spiagge, nei cortili di campagna, di fronte alle fabbriche e nelle strade delle città. Le risposte di giovani, vecchi, bambini, donne, amici intellettuali daranno forma al film Comizi d’amore: una corale e lucida rappresentazione del nostro Paese.

Nelle sale di Forma Meravigli, si alternano le fotografie di scena di Comizi d’amore, realizzate da Angelo Novi e Mario Dondero, e quelle che, a trent’anni di distanza da La lunga strada di sabbia, il fotografo francese Philippe Séclier ha scattato ripercorrendo le tracce dell'itinerario di Pasolini.

La vera Italia? Due inchieste di Pier Paolo Pasolini. La lunga strada di sabbia - Comizi d’amore
a cura di Alessandra Mauro
Forma Meravigli
Via Meravigli 5, Milano

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Icone a Volterra: Pier Paolo Pasolini e Terry O'Neill a confronto con Rosso Fiorentino

Due grandi e suggestive esposizione fotografiche: un audace giustapposizione

Pier Paolo Pasolini e la decrescita

In un saggio di Piero Bevilacqua, il pensiero pasoliniano sulla modernità

Il Pier Paolo Pasolini di Abel Ferrara

Il registra pronto a girare un film sulla vita e la morte del giornalista. Aprendo il set a colpi di scena

Commenti