Photo Department

-

Continua il tour internazionale della mostra White Women, Sleepless Nights, Big Nudes, dedicata alle fotografie di Helmut Newton (1920-2004) raccolte nei suoi primi tre libri fotografici, gli unici da lui concepiti personalmente.

Gli oltre 200 scatti che danno corpo all'esposizione - che ha già fatto tappa in moltissime altre città del mondo, da Houston a Berlino, da Roma a Venezia - saranno esposti presso il PAN - Palazzo Arti Napoli a partire dal 25 febbraio e fino al 18 giugno 2017.

Nata nel 2011 da un progetto della vedova June Newton - presidente della Helmut Newton Foundation- la mostra presenta al pubblico i temi distintivi dell'immaginario del grande artista della fashion photography. Il percorso espositivo, articolato in tre sezioni, consente infatti di conoscere più da vicino la visione personale dell’artista, che progettò in prima persona i tre volumi, ne selezionò le immagini fotografiche e ne curò l'impaginazione.

White Women (1976)
Primo libro monografico del fotografo, costituito da 84 fotografie innovative e provocanti, a colori e in bianco e nero, riceve il prestigioso Kodak Photo Book Award subito dopo la pubblicazione. Per la prima volta qui il nudo e l'erotismo entrano nel mondo della moda, testimoniando la trasformazione del ruolo della donna nella società occidentale. 

Sleepless Nights (1978)
Anche questo secondo volume, che definisce lo stile di Newton facendone un'icona della fotografia di moda, ruota intorno alle donne, ai loro corpi e ai loro abiti. Le immagini che lo compongono segnano però un passaggio dalla fashion photography al ritratto e allo stile del reportage dalle scene del crimine. I soggetti sono solitamente modelle seminude che, indossando corsetti ortopedici o abiti in cuoio, sono immortalate fuori dallo studio fotografico, quasi sempre in atteggiamenti sensuali e provocanti. Si tratta del volume maggiormente retrospettivo del fotografo, che ne raccoglie i lavori realizzati per diverse importanti riviste (Vogue fra tutte).

Big Nudes (1981)
Con questo terzo volume, Helmut Newton raggiunge il ruolo di protagonista della fotografia del secondo '900: le gigantografie dei suoi scatti entrano prepotentemente nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo. I nudi a figura intera e in bianco e nero che lo compongono, ripresi in studio con la macchina fotografica di medio formato, sono ispirati dai manifesti diffusi dalla polizia tedesca nella ricerca dei membri del gruppo terroristico della RAF.

HELMUT NEWTON. FOTOGRAFIE
White Women/Sleepless Nights/Big Nudes
a cura di Matthias Harder e Denis Curti 
25 febbraio – 18 giugno 2017
PAN Palazzo Arti Napoli
via dei Mille 60, Napoli


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Helmut Newton. A Gun For Hire, Selection

A Carpi, una mostra che raccoglie le immagini per le campagne promozionali del marchio Blumarine

Le foto più belle della settimana - 21/27 gennaio

Soldati in lotta nella neve in Corea del Sud, lingerie in passerella a Parigi, un selfie al tramonto sulla spiaggia a Gaza... Quindici scatti dal mondo

Apple, la iOS Developer Academy di Napoli raddoppia gli studenti

La scuola partenopea di app voluta dalla mela ha accolto questa settimana altri cento iscritti, che si aggiungono ai cento sui banchi da ottobre

Le foto più belle dell'inverno

Un viaggio per immagini nella stagione fredda, attraverso paesaggi imbiancati dalla neve o immersi nelle atmosfere della nebbia

Commenti