Tech & Social

Perché gli smartphone cinesi diventano sempre più popolari

Qualità ottima e prezzo conveniente, anche per i paesi in via di sviluppo

cellulare-huawei

Uno smartphone Huawei – Credits: JACK TAYLOR/AFP/Getty Images

"Fra un paio d'anni gli smartphone saranno tutti cinesi". Pura follia? Non proprio, se si analizzano i dati che hanno messo insieme gli analisti di Statista

In termini assoluti il mercato dei telefonini intelligenti continua ad essere dominato da Apple e Samsung, che nel terzo trimestre del 2016 hanno venduto, rispettivamente, 43 e 71 milioni di apparecchi, ma è impossibile nascondere la crescita strepitosa dei marchi cinesi: +18,52% per Huawei, che tuttavia ha già una posizione di mercato consolidata con vendite nel terzo trimestre del 2016 che hanno superato i 32 milioni di unità; +90,46 per cento per BBK, e +110,11% per Oppo.

Il mercato degli smartphone si sta espandendo? Certamente sì, perché anno dopo anno il numero di telefoni cellulari venduti continua a crescere, ma il grafico di Statista mette in evidenza anche un'altra tendenza: la quota di mercato di Apple e Samsung si sta progressivamente restringendo. La Mela morsicata ha perso in un anno il 6,65 per cento della sua posizione, il colosso sudcoreano il 14,18 per cento.

I motivi di questo riassestamento? Statista non li spiega, ma è facile individuarne almeno due. Da un lato le aziende cinesi diventano sempre più competitive, riuscendo a offrire prodotti di buon livello a un costo ragionevole. Dall'altro i prezzi degli emergenti cinesi funzionano nei mercati in rapidissima espansione delle nazioni in via di sviluppo, dove spesso è più facile accedere a internet utilizzando un cellulare piuttosto che un normale computer.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti