Come fare per acquistare una buona automobile usata

Meglio una berlina di una utilitaria, ancora di più se tedesca. Ricordando che per le auto di lusso c'è sempre mercato

Una Skoda Yeti (Credits: FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

Claudia Astarita

-

In tempi di crisi, il mercato dell'usato tende ad acquisire maggior importanza, per motivi abbastanza semplici da intuire. Vale in tutti settori, specie quelli in cui l'idea di acquistare qualcosa che sia già appartenuta ad altri non rappresenta affatto una novità. Il mercato dell'usato delle automobili è uno di questi, ed è anche uno dei più studiati.

Ogni anno la società di consulenza statunitense JD Power stila la classifica delle vetture migliori e peggiori. I dati forniti possono essere molto importanti se si acquista un'autovettura  anche tenendo in considerazione la possibilità di rivenderla di seconda mano. JD Power prende in considerazione il mercato automobilistico britannico, ma i criteri utilizzati per la ricerca, affidabilità, prestazioni, servizi e costi di mantenimento, possono valere anche dalle nostre parti, tanto più che la maggior parte dei modelli sono commercializzati anche in Italia.

Ebbene, la macchina peggiore da possedere è la Chevrolet Spark, che in Italia è stata commercializzata come Matiz, prima sotto il brand Daewoo e ora sotto quello Chevrolet. L'utilitaria ottiene un tasso di soddisfazione dei proprietari intervistati pari al 70,2% - contro una media di oltre 76. Purtroppo, seguono a ruota due modelli di produzione italiana, la Alfa Romeo Mito e la Fiat Grande Punto. Viene poi la Ford Ka e, al quinto posto, un'altra italiana, la Fiat Panda. La classifica delle peggiori dieci macchine da possedere prosegue con la Peugeot 107, la BMW X1, la Citroen C5, l’Alfa Romeo Giulietta e la Kia Rio. Dobbiamo dire che non ci sentiamo pienamente d’accordo con la ricerca di JD Power. Le vettura che si classificano peggio sono tutte di piccole dimensioni e ci pare di poter dire che forse i loro proprietari inglesi potrebbero essere insoddisfatti più del fatto di viaggiare con utilitarie e non con potenti berline che delle effettive prestazioni delle loro macchine.

Tra le case automobilistiche peggiori, invece, JD Power assegna i primi posti a Chevrolet, Alfa Romeo, Mitsubishi e Peugeot, e segnala come migliori Jaguar, Lexus, Honda,  Skoda, Mercedes-Benz e Land Rover.

JD Power offre infine la classifica delle automobili migliori, quelle che sarebbe meglio acquistare sia nuove (se l'idea è quella di rivenderle dopo pochi anni), sia usate. In cima alla lista, due veicoli di grandi dimensioni e dal costo relativamente contenuto, le Skoda Superb e Yeti, seguite dalla lussuosa Jaguar XF, ma anche dalla Citroën DS3,  la Lexus RX, la Honda Jazz, la Volkswagen Passat CC, la Volvo S60/V60, la Lexus IS, la Mercedes-Benz B-Class e la Toyota Prius. Insomma, l'usato ideale è prevalentemente di alta cilindrata e possibilmente anche tedesco e a prezzo basso.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gli americani rinunciano alle automobili

Per i giovani (disoccupati) sono diventate troppo costose

Le automobili del futuro

Intelligenti, tecnologiche, iperconnesse, sicure e "divertenti"

Auto indimenticabili - i modelli più amati della nostra storia

Dal 18 settembre, in edicola con Panorama, i modellini delle auto più amate della nostra storia: tutti da collezionare

Commenti