Btp Italia, come si compra e quanto rende

Parte la nuova emissione dei Buoni del Tesoro poliennali, con rendimento legato all'inflazione

(Credits: Carlo Carino/Imagoeconomica)

Andrea Telara

-

Scadenza a 4 anni e rendimenti legati all'inflazione. Sono le caratteristiche (le stesse di sempre) del nuovo Btp Italia , il Buono del Tesoro Poliennale che può essere sottoscritto dagli investitori privati direttamente sul Mot (mercato obbligazionario telematico), senza la necessità di partecipare alle aste.

LE PRECEDENTI EMISSIONE DEL BTP ITALIA

Dopo aver riscosso grande successo in tre precedenti emissioni, il Btp Italia sarà acquistabile in una "quarta tranche", da oggi fino a giovedì 18 aprile, anche se non è escluso che vi sia una chiusura anticipata del collocamento. Ecco di seguito le caratteristiche del titolo e le modalità per acquistarlo.

QUANTO RENDE.

L'ammontare esatto del rendimento del titolo verrà comunicato non appena si concluderà l'emissione, anche se è già stata fissata una soglia minima. Nello specifico, il Btp Italia offre un interesse annuo lordo (diviso in due cedole semestrali) pari all'inflazione italiana (esclusi i prezzi dei tabacchi) a cui viene aggiunta una ulteriore cedola (reale) di almeno il 2,25% su base annua. Questa percentuale viene calcolata sul capitale rivalutato, cioè sulla somma investita nel titolo, maggiorata della crescita dei prezzi al consumo. Se, per ipotesi, in un determinato periodo l'inflazione dovesse essere pari o inferiore allo zero, il possessore del Btp Italia avrà comunque diritto a un rendimento minimo del 2,25%. Se invece nel 2013 l'inflazione si manterrà (come a marzo) attorno all'1,6%, il Btp Italia renderà nel primo anno il 3,9% circa lordo (3,4% netto).

LA DURATA DEL COLLOCAMENTO.

L'emissione del titolo parte alle ore 9.30 del 15 aprile e si concluderà il 18 aprile ma, se la domanda sul mercato sarà molto alta, il Tesoro potrebbe anticipare la chiusura (con una modalità un po' particolare). In pratica, il collocamento partirà nella mattinata di oggi e continuerà fino alle 17.30 di domani, martedì 16 aprile, indipendentemente dal quantitativo di titoli richiesto dagli investitori. Nelle giornate del 17 e 18 aprile, il Tesoro potrebbe invece decidere di concludere in anticipo l'offerta (non prima, però, delle 13.30 di ogni seduta di borsa). Se invece l'emissione giungerà fino al termine, si chiuderà ufficialmente alle 17.30 di giovedì 18 aprile. I titoli verranno però pagati dagli investitori lunedì 22 aprile (cioè il giorno del regolamento).

DOVE SI COMPRA.

Per acquistare il titolo, non bisogna partecipare a un'asta e basta presentare un ordine presso il proprio sportello bancario o postale di fiducia. Chi ha un conto online, può scegliere il fai-da-te e inviare l'ordine direttamente dal proprio computer.

QUANTO COSTA.

Chi compra il Btp Italia non deve versare commissioni alla banca o all'intermediario che esegue la negoziazione. I titoli sono acquistabili in lotti minimi da 1.000 euro ciascuno. A partire da lunedì prossimo 22 aprile (terminata la settimana del collocamento), i buoni potranno poi essere venduti o negoziati sul Mot (il mercato obbligazionario di Piazza Affari). In questo caso, andranno pagate le normali commissioni alle banche che effettuano l'operazione.

LE SCADENZE.

I titoli verranno rimborsati al loro valore nominale (lo stesso fissato al momento dell'acquisto) il 22 aprile del 2017, cioè fra 4 anni. Chi tiene nel portafoglio i Btp Italia fino alla scadenza, senza mai rivenderli, ottiene anche un piccolo bonus sul prezzo di rimborso, che sarà superiore dello 0,4% a quello di acquisto. Esempio: chi versa 10mila euro all'emissione, nel 2017 si vedrà restituita una somma di 10.040 euro.

COME SONO CAMBIATE LE TASSE SUL RISPARMIO

I BUONI POSTALI:L'ALTERNATIVA AI TITOLI DI STATO

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Btp al 5%, occasione o pericolo?

I Buoni del Tesoro decennali ora rendono molto. Ma le case d'investimento consigliano prudenza e preferiscono i titoli di scadenza breve

Btp Italia, perché piace tanto (e piacerà ancora) agli investitori

I Buoni del Tesoro appena collocati proteggono bene dall'inflazione. Saranno negoziabili sul mercato dal 22 ottobre in poi, ma non mancano le alternative

Commenti