Da Ibm a Vivendi, fino a Disney, tutti i soci che Fossati vede per Telecom

Panorama ha consultato il documento che il finanziere sta presentando ai fondi esteri per sostenere la sua battaglia

– Credits: Credit: elaborazione Stefano Carrara

Stella Narciso

-

Vivendi, Hutchison Whampoa, At&t, Vimpelcom o Softbank nella telefonia mobile; ancora Vivendi ma anche Time Warner e Disney nel business al dettaglio dei contenuti di rete fissa; la Cassa depositi e prestiti con la Metroweb nella infrastruttura fissa; l’Ibm nei servizi di rete...

Non lesina esempi di possibili autorevoli partner strategici per la Telecom Italia il documento di 31 slide, che Panorama ha potuto consultare, con cui Marco Fossati sta cercando di tirare dalla sua parte i fondi internazionali (ne ha incontrati 190, ed è ancora in giro all’estero) che hanno investito in Telecom.

E che il patron della Findim, finanziaria che a suo tempo vendette la Star alla spagnola Agrolimen, spera di accaparrarsi come alleati contro i soci italiani della Telco che hanno ceduto il controllo del gruppo alla Telefonica.

Per la ex Sip, nel suo piano, Fossati delinea un futuro strategico opposto a quello prospettato dall’attuale amministratore delegato Marco Patuano. Su tre direttive: le partnership, appunto, in tutti e tre i settori d’attività del gruppo; soprattutto un aumento di capitale da 3 miliardi (o anche un prestito convertibile, ma allora a 7 anni e con una cedola del 2,5 per cento, non del 6 come il convertendo col-locato la scorsa settimana); e la societarizzazione della rete fissa, in joint-venture con la Cassa depositi e prestiti. E nessuna vendita della Tim Brasil, asset essenziale per la redditività della Telecom.

Secondo lui, con queste mosse la Telecom potrebbe riprendere a crescere e debellare il debito. Lui ci tiene molto: ha in carico le Telecom a 1,7 euro, è in perdita per circa 1 miliardo di euro. Ma stavolta con lui, almeno sulla stranezza del convertendo lampo, c’è buona parte del mercato, la Consob e, pare, anche la Procura di Milano.

Leggi Panorama Online

© Riproduzione Riservata

Commenti