Perché il governo insiste nel voler anticipare la pensione per i "padri"? Pensa davvero che i figli troverebbero più facilmente lavoro? In fondo, a questo punta la legge di stabilità quando prevede che negli ultimi anni di attività, prima di andare a riposo, un dipendente possa chiedere di lavorare part time.

Se si guardano i numeri, comunque, la mossa di Renzi ha un senso. La sesta puntata della web serie di approfondimento giornalistico #Truenumbers, è andata a vedere i numeri dell’occupazione italiana dal 2010 al secondo trimestre del 2015 e ha scoperto un fatto che è alla base della decisione del governo. Ha scoperto che in questi ultimi cinque anni le fasce d’età che hanno aumentato di più i posti di lavoro sono quelle che vanno dai 45 anni in su. Certamente è anche un effetto della riforma Fornero che, allontanando l'età pensionabile ha "bloccato" il mercato del lavoro. Ma forse c'è di più.

Il fatto incredibile che #Truenumbers ha scoperto, è che in un periodo di crisi le persone più avanti con l’età riescono a trovare, o a mantenere, il posto di lavoro molto più facilmente dei ragazzi. Guardare i grafici di #Truenumbers è un’esperienza piuttosto sconvolgente perché dimostrano che il problema di “liberare” posti di lavoro esiste: forse il meccanismo individuato dalla legge di stabilità non è il migliore, forse non funzionerà (anche perché occorre il consenso del datore di lavoro) ma se si guardano i fatti ha un senso.

Ma ci sono anche altri dati, scovati da #Truenumbers, che impressionano: quelli relativi ai settori economici che hanno aumentato o diminuito i propri addetti nel corso degli ultimi 5 anni. I numeri dicono che è più facile lavorare nel settore dei “servizi collettivi e personali” piuttosto che in altri comparti produttivi. Conclusione? I posti di lavoro lo trovano soprattutto colf e badanti che, in Italia, sono circa 900mila. E sono in aumento. 

© Riproduzione Riservata

Commenti