Economia

Class Digital Experience Week: la tecnologia protagonista a Milano

Fino al 2 luglio un calendario di conferenze e workshop gratuiti e l'esperienze del Bosco Digitale in piazza del Duomo

milano-week

Il sindaco Giuseppe Sala all'inaugurazione della Class Digital Experience Week – Credits: Ufficio stampa

"Human Technopole è un progetto fondamentale per l'Italia e per Milano. È una continuità con lo sforzo e l'impegno messo per Expo". Lo ha affermato Paolo Panerai, editor in chief e ceo di Class Editori, aprendo la conferenza inaugurale della Class Digital Experience Week 2, che vede tra i partner per le location anche Mondadori Megastore. "Crediamo che sia necessario dare visibilità a questa iniziativa, che quando fu presentata suscitò molto interesse. Occorre", ha proseguito Panerai, "portare all'attenzione dell’opinione pubblica il tema che racchiude in se temi molto importanti. Serve ritrasmettere al Paese il senso di questo progetto che ci farà fare dei passi in avanti".

Con lo Human Technopole e l'eventuale arrivo di Ema (l’agenzia eruopea del farmaco, ndr) "Milano può diventare un punto di riferimento mondiale della tecnologia", ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo all’inauguazione: "La Lombardia è una eccellenza anche nella capacità di dare concretezza a progetti per le imprese. Il modello Lombardia funziona anche su settori strategici come infrastrutture, capitali umani e università. Questi sono i tre fattori di successo. Human Technopole va in questa direzione e ha tutto il nostro appoggio", ha detto ancora. "

Fino al 2 luglio Milano diventa la capitale mondiale del dibattito tecnologico, con un ricco calendario di conferenze e workshop gratuiti (previa registrazione) che consentono alla cittadinanza di toccare con mano lo stato dell'arte del digitale e di capire in che direzione vada la sua l'evoluzione.

Simbolo aperto a tutti di Class Digital Experience Week 2 è il Bosco Digitale ideato da Italo Rota e realizzato nel cuore di Milano, in Piazza del Duomo all'interno di un'area che misura complessivamente circa 400 m² e che si trova di fronte al Duomo,  nell'area vicino alle palme. Li si entra in una foresta popolata dai futuristici alberi alti 9 metri, che con i loro rami leggermente retro-illuminati creano di sera un effetto di bosco magico. Al suo interno i visitatori si potranno perdere scoprendo le nuove tecnologie e soluzioni digitali che sono oggetto della manifestazione e che stanno cambiando, migliorandolo, il nostro modo di vivere, assorbendo il fiume di informazioni che circolano all'interno del bosco.

In tutte le culture il Bosco è il luogo simbolico della conoscenza, ecco perché "ho pensato a questo spazio techno magico nel quale il cittadino può vivere l'incantamento dell'era digitale recuperando la gioia della scoperta felice", ha detto Italo Rota. "Il Bosco Digitale è così un'oasi nella quale ricaricare le batterie, proprie e dello smartphone; un'isola urbana dove incontrare Biancaneve e il Coniglio con i loro messaggi video a flusso continuo; dove scaricare le app, modernissime monete d'oro che seminiamo nei nostri device e, a differenza delle monete di Pinocchio, generano incredibili semi di conoscenza; e dove essere accolti da sorridenti Digital Ranger che, come moderni folletti, illustreranno soluzioni e innovazioni con un linguaggio che mescola tecnologia, rigore e gioco" conclude Rota.

Ad accogliere il pubblico ci sarà il robottino TJ Bot di IBM, che interagirà con i visitatori registrando il sentiment della digitalizzazione milanese. All'interno del Bosco Digitale ci saranno anche i tricicli a pedalata assistita E-clò di Amsa.

© Riproduzione Riservata

Commenti