Aziende

Mps, cosa aspettarsi dopo la conversione dei bond

Il Monte dei Paschi di Siena ha raccolto oltre 1 miliardo di euro trasformando in azioni una parte dei bond subordinati. Ma ha bisogno di altri 4 miliardi

Mps-assemblea

Andrea Telara

-

L'operazione si è conclusa con un quantitativo di adesioni di oltre 1 miliardo di euro, in linea con gli obiettivi prefissati. Tuttavia, non si può certo dire che sia stata un trionfo l'offerta lanciata dal Monte dei Paschi di Siena (Mps) che ha proposto ai titolari delle obbligazioni subordinate di convertire i loro titoli in azioni della banca. L'obiettivo era rastrellare un po' di soldi sul mercato per ridurre l'importo del prossimo aumento di capitale da 5 miliardi di euro, che verrà messo in cantiere a breve e che è stato imposto dalla Banca Centrale Europea (Bce), per rafforzare un po' il patrimonio del traballante istituto toscano.

Scandalo Mps, un paio di Fresh di troppo…


Per evitare di dover emettere nuove azioni per un importo così elevato, Mps ha adottato una soluzione che sembra un po' “l'uovo di Colombo”. In circolazione ci sono infatti molte obbligazioni subordinate del Monte dei Paschi, per valore totale di oltre 4 miliardi di euro. Si tratta di una categoria di bond dal profilo di rischio molto alto, assimilabili quasi alle azioni, in quanto godono di minori garanzie di rimborso in caso di fallimento della banca. Vista l'abbondanza dei bond subordinati, è nata appunto l'idea di rastrellare un po' di liquidità convertendo questi titoliin azioni, cioè tasformando il debito di Mps in capitale. Delle obbligazioni subordinate, però, solo una quota è in mano agli investitori istituzionali (2,19 miliardi) mentre una parte consistente (2,07 miliardi) è detenuta dai piccoli risparmiatori privati.


Mps, storia di una (o più) crisi


Prima che partisse l'offerta di conversione dei bond (che tecnicamente consisteva in una rivendita dei titoli alla banca con l'obbligo di destinare i soldi incassati alla sottoscrizione dell'aumento di capitale) la Consob ha di fatto imposto a Mps di escludere dall'operazione gran parte dei piccoli risparmiatori. La trasformazione delle obbligazioni in azioni, infatti, non potreva essere proposta a quei clienti della banca che non avessero un profilo di rischio adeguato in base alle risultanze del questionario che viene sottoposto a ogni correntista, secondo le regole della direttiva europea Mifid.


Bond Mps, a chi conviene convertirli in azioni


Escludendo dunque i circa 2 miliardi di euro dei bond in possesso dei piccoli risparmiatori, con la conversione dei titoli subordinati Mps poteva al massimo rastrellare sul mercato quasi 2,2 miliardi di euro. Nel complesso, la banca toscana è riuscita a raccogliere soltanto la metà di questa cifra: un risultato non brillantissimo ma che appunto è in linea con le previsioni elaborate dalla stessa banca. Ora, però, compiuto questo primo passo, la strada verso il salvataggio di Mps è ancora lunga.


Mps e la conversione dei bond, le cose da sapere


Tolto il miliardo raccolto con la conversione, altri 2 miliardi di euro potrebbero arrivare da un nuovo apporto di capitali da parte di alcuni anchor investor, tra cui il fondo sovrano del Qatar. Già lunedì prossimo dovrebbe partire un roadshow internazionale dei vertici della banca, che gireranno le maggiori capitali finanziarie a caccia di i grandi investitori disposti a sostenerla. Se tutto filerà liscio, alla fine il valore delle azioni di nuova emissione che Mps dovrà collocare sul mercato con l'aumento di capitale potrebbe ridursi a circa 2 miliardi di euro. Non sarà comunque facile rastrellare questa cifra, per una banca che oggi vale in borsa appena un miliardo di euro circa.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mps files: il mistero delle denunce scomparse

Per almeno quattro volte diversi organismi hanno avuto sotto gli occhi le operazioni sospette del Monte dei Paschi di Siena

Mps e la fusione con Bnp Paribas

Per ora sono solo voci e sembra di rivedere il film del 2005. Ma questa volta c'è Alessandro Profumo che potrebbe sorprenderci

Mps e Monti Bond, ecco come cambierà il destino della banca

Nazionalizzazione, risanamento autonomo o un'acquisizione dall'esterno. Sono i tre scenari che attendono l'istituto toscano

Mps e Unicoop, non c’azzecca proprio la finanza con le Coop

L’investimento nell’Mps, l’acquisto dei titoli "fresh", il basso rendimento dell’Unipol: per le cooperative poche soddisfazioni fuori da commercio e latte

Mps corre verso la nazionalizzazione annunciata

Via Alessandro Profumo, il Monte dei Paschi di Siena viene nazionalizzato “temporaneamente” sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi il quale ha detto e scritto (anche sul Financial Times) che un intervento dello stato nelle banche in difficoltà sarebbe diventato …

Menarini, Mps e il processo per evasione fiscale

Intervista a tutto tondo con Alberto Giovanni Aleotti, che guida la prima azienda farmaceutica italiana insieme alla sorella Lucia e che ha appena venduto il 3% di Mps

Mps e aumento di capitale, cosa sperare per il titolo

Giunge al capolinea la ricapitalizzazione della banca senese. Chi non ha venduto deve ora sborsare un po' di soldi e augurarsi che il prezzo sul listino stia sopra 1.54 euro

Shortfall, l'ammanco che mette in croce Mps e Carige

Entro il 10 novembre le banche “bollate” dalla Bce devono presentare i piani di rafforzamento patrimoniale. Avranno nove mesi per attuarli. Sotto stretto controllo

Mps e l'aumento di capitale: a che servono 3 miliardi in più

La banca senese chiude il 2014 con una perdita di oltre 5 miliardi. Entra lo Stato come azionista. E serviranno più soldi

Mps e aumento di capitale, 5 cose da sapere

Lunedì 25 maggio parte la ricapitalizzazione da 3 miliardi di euro del Monte dei Paschi di Siena. Ecco le caratteristiche dell'operazione

Ubi-Mps e Bpm-Banco Popolare, le fusioni in vista

Mentre i titoli bancari sono di nuovo nel mirino, si prevedono due grandi aggregazioni nel sistema creditizio italiano. Ma non tutto potrebbe filare liscio

Mps crolla in Borsa: tutti i timori del mercato

Il titolo tocca i minimi storici. Pesano le indiscrezioni su una presunta lettera Bce che chiede il rientro in tre anni di 10 miliardi di sofferenze

Mps e le dimissioni di Viola. Le cose da sapere

L'amministratore delegato del Monte dei Paschi lascia il suo posto. Le ragioni dell'abbandono e gli scenari all'orizzonte

Quei maledetti derivati di Mps e Deutsche Bank

Il colosso tedesco e l'istituto toscano hanno problemi e caratteristiche ben diverse. Ma i contratti Santorini sottoscritti li legano a un destino comune

Mps e la conversione dei bond, le cose da sapere

Il Monte dei Paschi prepara un'offerta per trasformare le sue obbligazioni subordinate in azioni. Ecco come si articolerà l'operazione

Commenti