Edoardo Frittoli

-

Nella sola California del Sud i danni causati dagli incendi nel solo 2018 potrebbero arrivare all'astronomica cifra di 2,5 miliardi di dollari. Il devastante Thomas fire, che ha colpito l'area tra Santa Barbara e Ventura ha cancellato più di 1.000 strutture danneggiandone gravemente altre 300.

Quella dichiarata ai roghi dai pompieri è una vera e propria guerra a cui la Lockheed Martin, uno dei principali costruttori di aerei ed elicotteri militari della storia, ha risposto fornendo le armi per combattere le fiamme. Ecco le caratteristiche di due velivoli che al posto di fare fuoco in guerra riversano tonnellate d'acqua sulle colline carbonizzate dagli incendi.

LM-100J "Fire Herc"

Il C-130 "Super Hercules" è forse l'aereo militare da trasporto più famoso al mondo. Dal luglio 2018 porta una nuova veste, esibita all'ultima edizione del Farborough International Airshow dalla Lockheed Martin. Si tratta della versione antincendio del quadrimotore americano, ribattezzata LM-100J "FireHerc".

Il figlio dell'immortale cargo americano è un concentrato di tecnologia studiata per combattere ad armi parti contro la furia dei roghi. Dall'avionica all'avanguardia, studiata per incrementare la sicurezza del volo a bassa quota in ambienti ricchi di ostacoli naturali al doppio sistema di dispersione dei liquidi ritardanti antincendio (a gravità e pressione). Grazie alla tecnologia, il quadrimotore Lockheed è in grado di operare di notte, garantendo una capacità di intervento 24 ore su 24 per 7 giorni alla settimana.

Sikorsky S-70 "Fire Hawk"

L'elicottero è lo stesso, ma la storia è totalmente diversa. E' quella che racconta del Sikorsky S-70, meglio noto come "Black Hawk", diventato celebre dopo il cult movie di Ridley Scott del 2001: "Black Hawk Down"

Noto ai più nella versione militare (UH-60) capace di scatenare un inferno con i suoi missili guidati e le sue mitragliatici pesanti, la sua vita civile è molto meno conosciuta. In questo caso  Il mega elicottero prodotto dal gruppo Lockheed Martin nella versione antincendio-elisoccorso è stato ribattezzato "Fire Hawk". L'ultima e più aggiornata versione del biturbina è stata da poco consegnata al City of San Diego Fire And Rescue Department per la guerra ai devastanti roghi che ogni anno devastano la California da Nord A Sud.

Il "Fire Hawk" si è dimostrato un mezzo estremamente versatile nelle funzioni di intervento rapido, favorito dalle differenti configurazioni possibili. La versione antincendio monta un serbatoio da 3.785 litri d'acqua più 114 litri di schiuma. E'dotato di un bocchettone retrattile e di un verricello di recupero. I due motori General Electric T-700 GE 701D (da 1.994 CV ciascuno) spingono il "Fire Hawk" ad una velocità di crociera prossima ai 300 km/h. Oltre al carico d'acqua, il Sikorsky è in grado di trasportare rapidamente una squadra di 12 pompieri sul luogo d'intervento. Nella configurazione "Medevac" (elisoccorso) l'elicottero può ospitare due barelle ed un'intera equipe medica in grado di prestare assistenza avanzata pre-ospedaliera. Il rivestimento della fusoliera è stato rinforzato per resistere alle alte temperature ed alle condizioni climatiche avverse durante le operazioni antincendio. Il riempimento del serbatoio dell'acqua è estremamente rapido (richiede appena un minuto di sosta tecnica).

© Riproduzione Riservata

Commenti