'Sensi di polpa' di Luigi Patitucci. Design erotico e persistenza nella memoria
Malcor D’
'Sensi di polpa' di Luigi Patitucci. Design erotico e persistenza nella memoria
Cultura

'Sensi di polpa' di Luigi Patitucci. Design erotico e persistenza nella memoria

“La sessualità, come l’architettura e il design, è un modo per conoscere la realtà”

Un libro di Design, ai più (me compresa), ai neofiti, ai non esperti quando non appassionati, può sembrare un monte insormontabile. Bello da sfogliare resta incomprensibile, quantomeno ostico.

Viene in nostro soccorso Luigi Patitucci, designer ed esperto ricercatore, che in Sensi di Polpa (Malcor D’), con pratici esempi di brand famosi attraverso un’analisi multidisciplinare delle dinamiche di percezione sensoriale e di interazione con il mondo che ci circonda, illustra i meccanismi di relazione e i legami che riusciamo ad instaurare con particolari oggetti che compongono il paesaggio della nostra esistenza.

Perché alcuni oggetti attirano la nostra attenzione più di altri? Questa semplice domanda condiziona in maniera rilevante non solo la nostra vita, ma anche quella di chi progetta e realizza gli oggetti e i prodotti che invadono giornalmente gli spazi di vendita commerciali, in quanto, di sovente, il successo commerciale di un prodotto è determinato dalla forma che assume.

“….era già cresciuta in me la voglia di indagare sui meccanismi che avevano presieduto alla nascita di tale strano desiderio, parlo di quell’attrazione magnetica ed inarrestabile che avvertiamo in determinate situazioni, in determinati ambienti, posti di fronte alla seduzione disarmante di alcuni oggetti, alcuni elementi con cui veniamo a contatto. Sarebbe meglio dire, a collidere, meravigliosamente.” Luigi Patitucci

Nella premessa di Sebastiano D’Urso, che diventa un Preliminare, comprendiamo come mai questo libro sia così intimamente legato al sesso.

“Il libro che state tenendo in mano è ad alto contenuto erotico ed estetico e per questa ragione proverò a usare le azioni elencate come preliminari per cominciare a eccitare la vostra curiosità di lettori, di studiosi, di ricercatori, di progettisti o di «mascalzoni» alla ricerca di lavori stuzzicanti.”

D’Urso spiega che quando si è nella fase della progettazione le sensazioni sono altamente erotiche, legate all’eccitazione, al piacere personale, alla scoperta e alla messa a nudo delle idee, insomma ogni inizio di un nuovo progetto è il preludio all’orgasmo della sua realizzazione. Affascinante questa visione che vede nella manipolare della materia tutta la carica erotica del concepimento e della conseguente creazione.

A cui fa seguito l’eccitante avventura della ricerca del nuovo per soddisfare il gusto (e piacere) personale. Tutto ciò perché gli oggetti con le loro forme, i loro colori, con tutta la loro sensualità suscitano reazioni di concupiscenza nell’utente fino all’estremo perverso del feticismo. Impensabile vero?

Al termine (ma anche durante) la lettura o il suo semplice sfogliare, impariamo a guardare il mondo attraverso gli occhi ingordi di un erotomane senza sensi di colpa, solo sensi di polpa, di quella sostanza cioè che costituisce gli oggetti che abbiamo tutti i giorni davanti agli occhi, ma di cui ignoravamo il potere. Anche sensuale.

Sensi di polpa
di Luigi Patitucci
Malcor D’, 2015
(170 pagine)
Compra il libro

Ti potrebbe piacere anche

I più letti