Edoardo Frittoli

-

Centotrent'anni fa, nel cuore della Londra vittoriana, Jack lo Squartatore faceva la sua prima vittima. L'identità di uno dei più noti serial killer della storia non fu mai scoperta e le donne uccise e brutalmente mutilate dall'omicida misterioso saranno cinque (accertate):

Buck's Row, Whitechapel: Mary "Polly" Nichols

La prima vittima, Mary Nichols, fu scoperta nelle prime ore del mattino del 31 agosto 1888 in Buck's Row, una via buia del quartiere popolare di Whitechapel nell'East End londinese.

Attorno alle 3:40 del mattino la sagoma del cadavere della donna fu notato da due carrettieri alla luce fioca delle lampade a gas. Quando i due si avvicinarono capirono la gravità dell'accaduto e notarono che la donna, che giaceva supina con gli abiti alzati fino all'inguine.

Uno dei due notò per un'attimo un movimento leggero del petto della donna, come un esile respiro. Poi i due, non in grado di prestare soccorso alla vittima, si allontanarono rapidamente essendo in ritardo al lavoro.

Il secondo a scoprire il cadavere di Mary Nichols fu l'agente di polizia John Neil durante il giro di ronda. Il poliziotto fu il primo a notare la profonda ferita alla gola causa del decesso della donna. Neil fu raggiunto poco dopo dal collega Thain, che si affrettò a chiamare il medico condotto, Dottor Llewellyn il quale esaminò la vittima dichiarandone ufficialmente il decesso avvenuto a suo parere da poco tempo.

Trasportata all'obitorio, la donna ancora sconosciuta dagli inquirenti fu esaminata e qui fu fatta la scoperta più macabra. La ferita profonda alla gola, che l'aveva quasi decapitata, era soltanto la punta dell'iceberg: il ventre di Mary Nichols era stato squarciato ed in parte eviscerato.

L'identità della donna fu scoperta nelle ore successive in seguito ad una serie di interrogatori nella zona circostante il luogo del delitto. La vittima era una prostituta di 42 anni nota anche come Polly, ospite regolare di una modestissima pensione del quartiere. Il giorno dell'assassinio, Mary NIchols era alla ricerca di clienti in quanto necessitava della somma per pagare il pernottamento. Fu vista per l'ultima volta da una conoscente alle 2:30 del mattino mentre si trascinava ubriaca lungo i muri sudici di Buck's Row a poca distanza dal luogo dell'assassinio.

L'indagine, affidata agli ispettori John Spratling e Joseph Helson, si rivolse inizialmente verso le gang che operavano nelle ore notturne tra i vicoli di Whitechapel, quindi verso un membro della comunità ebraica molto presente nel quartiere di conciatori e macellai. Proprio uno di loro, noto con il soprannome "Leather apron - grembiule di pelle", sarebbe stato indicato da alcuni testimoni come autore del delitto. Sorretto da una solida alibi l'indiziato fu scagionato poco dopo e risarcito dalla stampa che nel frattempo aveva iniziato attorno alla sua presunta colpa una campagna antisemita. Mentre gli ispettori brancolavano nel buio simile a quello delle stradine malfamate di Whitechapel, Jack lo Squartatore commetteva il suo secondo delitto.

Jack lo squartatore colpisce nuovamente

L'8 settembre 1888 fu rinvenuto il corpo senza vita di Annie Chapman, altra prostituta divenuta alcolista dopo la morte di una figlia e la nascita di un figlio disabile ed il conseguente disfacimento della sua famiglia. Le ferite alla gola e all'addome erano del tutto simili a quelle inferte sul corpo di Mary Nichols, segni evidenti dell'azione di un killer seriale.

Le  tre vittime successive saranno: Elizabeth Stride, uccisa il 30 settembre 1888; Catherine Eddowes (letteralmente massacrata dalla lama dell'assassino) lo stesso giorno della Stride. L'ultima delle vittime accertate come opera di Jack lo Squartatore sarà Mary Jane Kelly, una giovane e bella prostituta affetta da alcolismo uccisa e smembrata il 9 novembre 1888 nella sua camera in affitto.

© Riproduzione Riservata

Commenti