Libri

Tutti i libri per la Festa della Donna

L’8 marzo in saggi, manuali, romanzi, biografie, racconti di donne speciali per le bambine che siamo state

Donne come noi. 100 storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali

Valeria Merlini

-

Nella trappola di uno psicopatico di Cinzia Mammoliti

È la storia di Francesca, una donna come tante che si racconta in un diario e che in un certo momento della sua vita si imbatte in un amore pericoloso e distruttivo, mostrando come anche dietro all’apparente normalità si possano nascondere crudeltà e follia. Il vero nemico il più delle volte non è uno sconosciuto, ma qualcuno di molto vicino a noi. Qualcuno che dovrebbe amarci, tutelarci e accudirci e che invece tende una subdola trappola finalizzata a manipolarci e a manovrare la nostra volontà, piegandola. È una storia che può aprire gli occhi sui pericoli dell’abuso psicologico, di cui tutti, donne e uomini indistintamente, possiamo diventare vittime inconsapevoli e sull’importanza di riconoscerlo in tempo, per mettersi in salvo dalle gravissime conseguenze che possono derivarne.

Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva
di Cinzia Mammoliti
Sonda, 2018

Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva di Cinzia Mammoliti

Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva di Cinzia Mammoliti – Credits: Sonda

Mia madre mi ha abortita quando avevo 56 anni di Giorgio PCA Mameli

Te l’ho già detto che eri un impiccio, vero? Sì, lo so, te l’ho già detto ma mi fa bene ripetertelo e mi piace anche e te lo ripeterò ancora per tutte quelle volte che, in questi cinquantasei anni, avrei voluto urlartelo addosso ma poi non l’ho fatto.
Così Maria Luisa Molo si rivolge alla figlia che si trova in ospedale in stato di coma: ritiene che la figlia, Ella Rizzi, le abbia rubato la giovinezza e tutto quanto lei si aspettava dalla vita. Donna ambiziosa e vanesia, disposta a tutto pur di evadere dal paese del sud in cui è nata, accetta di sposare un uomo di quindici anni più vecchio che le prospetta le bellezze e le opportunità della Milano del secondo dopoguerra. Ma accade l’imprevisto: rimane incinta durante il viaggio di nozze.
La nuova condizione di madre a soli 24 anni fa saltare tutti i suoi piani e scombussola la sua vita. Isa Molo abortì sua figlia in silenzio tutti i giorni per 56 anni fino al momento della confessione che per lei sarà anche il momento della liberazione.

Mia madre mi ha abortita quando avevo 56 anni
di Giorgio PCA Mameli
Giraldi editore, 2018

Mia madre mi ha abortita quando avevo 56 anni di Giorgio PCA Mameli

Mia madre mi ha abortita quando avevo 56 anni di Giorgio PCA Mameli – Credits: Giraldi editore

Fai piano quando torni di Silvia Truzzi

Giovane e bella, laureata in Giurisprudenza, avvocato e ricercatore universitario, Margherita sembra avere tutto quello che una ragazza di ottima famiglia può desiderare. Ma nella vita non tutto è andato come sperava. Otto anni prima il suo adorato papà è venuto a mancare all'improvviso. Poi, dopo una relazione di cinque anni, è stata lasciata dal fidanzato. Ricoverata in ospedale dopo un grave incidente d'auto si trova a dover condividere la stanza in ortopedia con la signora Anna, ex cuoca 76enne, vivace e invadente. Nelle ultime settimane di convalescenza di Margherita, la signora Anna farà di tutto per stanarla, raccontandole la sua incredibile (ma verissima) storia e travolgendola con la sua vitalità. Sarà proprio aiutando la signora Anna nella ricerca del suo grande amore di gioventù, con cui intrattiene un'appassionata corrispondenza segreta da cinquant'anni, che Margherita finirà col ritrovare, un'avventura dopo l'altra, l'amore e un'insperata salvezza.

Fai piano quando torni
di Silvia Truzzi
Longanesi, 2018

Fai piano quando torni di Silvia Truzzi

Fai piano quando torni di Silvia Truzzi – Credits: Longanesi

La donna perfetta di Melanie F.

Anna, una ex giornalista italiana sposata a un ricco businessman emiratino, vive tra agi, jet set e serate glamour, persa in un universo di donne sofisticate che combattono nel mare insidioso della spietata concorrenza delle “altre” e di uomini fatti con lo stampino: onnipotenti, complici, affascinanti ma traditori. Un mondo che sembra la giostra di un gioco crudele dove brilla Oxana, bellissima modella russa, uscita dal paginone centrale di Playboy.
Due donne e due storie che si intrecciano: Anna, costretta a letto da una gravidanza a rischio e alle prese con un parto prematuro, diventa spettatrice esterna di questo mondo dorato e plastificato, le cui cronache mondane arrivano dalle chiacchiere con l'amica Oxana che, pronta a tutto pur di garantirsi un futuro e una posizione in questa cinica Dubai, si rivela fragile e umana grazie ai flashback sul suo passato e alle confessioni fatte ad Anna.

La donna perfetta
di Melanie F.
Cairo, 2018

La donna perfetta di Melanie F.

La donna perfetta di Melanie F. – Credits: Cairo

Noi, ragazze senza paura di Daniela Palumbo

Ilaria Alpi, Franca Viola, Margherita Hack, Teresa Mattei, Denise Garofalo, Franca Rame e Alda Merini. Indipendenti, coraggiose, fuori dagli schemi. Ognuna delle donne raccontate in queste pagine un giorno ha detto “no”. A volte pagando un prezzo altissimo, a volte semplicemente vivendo la propria vita così come la desideravano, ma tutte con grande coraggio. Il loro gesto ha rotto con il passato, abbattuto muri, scardinato pregiudizi e, soprattutto, tracciato la strada per il più grande sogno di ogni ragazza a venire: la libertà di poter scegliere ed essere tutto ciò che si vuole, senza costrizioni, senza limiti sociali.

Noi, ragazze senza paura
di Daniela Palumbo
Il Battello a Vapore, 2017

Noi, ragazze senza paura di Daniela Palumbo

Noi, ragazze senza paura di Daniela Palumbo – Credits: Il Battello a Vapore

Lo ha detto lei

Le frasi pronunciate dalle Donne che hanno saputo ridisegnare la Storia sono state, in qualche modo, la goccia che ha fatto traboccare un enorme vaso di Pandora: quel vaso è ancora aperto, non si chiuderà mai più, forse non smetterà mai nemmeno di traboccare: per questo è necessario non perdere più nemmeno una goccia del suo contenuto.

Lo ha detto lei. Donne che hanno fatto la Storia: le più belle Citazioni e Aforismi
Editoriale Programma, 2018

Lo ha detto lei. Donne che hanno fatto la Storia: le più belle Citazioni e Aforismi

Lo ha detto lei. Donne che hanno fatto la Storia: le più belle Citazioni e Aforismi – Credits: Editoriale Programma

La passione di Santa Teresa D'Avila di Christiane Rancé

Teresa d’Avila (1515-1582) non è una santa come le altre: prima donna proclamata dottore della Chiesa, è stata anche un riferimento per Verlaine, Marguerite Yourcenar, Cioran e Simone de Beauvoir, tanto per citare alcuni scrittori e poeti. 
Qual è dunque il segreto di questo personaggio che presso i suoi contemporanei suscitò sia fascino sia disagio, e che ancora oggi attrae e sbalordisce credenti e non? Oltre all’incredibile percorso di una donna d’eccezione partita alla conquista di se stessa e del Cielo, Christiane Rancé ci fa conoscere la storia del Secolo d’Oro, quello dell’Inquisizione, delle ricchezze immense provenienti dall’America e di un’esaltazione religiosa mescolata all’oscurantismo. Ci offre la visione dei paesaggi di Castiglia e di Andalusia, ci fa toccare la polvere delle strade percorse dalla santa itinerante, e ci fa sentire l’energia vulcanica sprigionata da Teresa.

La passione di Santa Teresa D'Avila
di Christiane Rancé
Edizioni Arkeios, 2017

La passione di Santa Teresa D'Avila di Christiane Rancé

La passione di Santa Teresa D'Avila di Christiane Rancé – Credits: Edizioni Arkeios

Tutto su Mariangela di Michele Sancisi

Mariangela Melato ha avuto una carriera unica: ha primeggiato in teatro e nel cinema, con grandi successi commerciali e di costume su entrambi i fronti. Un binomio difficile da sostenere. Come ce l’ha fatta? Cosa ha sacrificato della sua vita privata? Come si è costruita diva con le sue sole risorse di ragazza milanese con la terza media? Lo scopriamo in una biografia che scava nelle pieghe meno esposte di una star esuberante ma anche di una donna particolarmente riservata, una stella di ringhiera che ha sempre mantenuto un saldo legame con le proprie radici milanesi e popolari, pur diventando la più pagata primadonna del teatro italiano.

Tutto su Mariangela. Biografia di una donna
di Michele Sancisi
Bompiani, 2018

Tutto su Mariangela. Biografia di una donna di Michele Sancisi

Tutto su Mariangela. Biografia di una donna di Michele Sancisi – Credits: Bompiani

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 di Francesca Cavallo e Elena Favilli

Le autrici Francesca Cavallo ed Elena Favilli tornano con cento nuove, bellissime storie per ispirare le bambine – e i bambini – a sognare senza confini: Audrey Hepburn, che mangiava tulipani per sopravvivere alla fame ed è poi diventata un’inarrivabile icona di stile e una straordinaria filantropa; Bebe Vio, grintosissima campionessa di scherma malgrado una grave malattia; J.K. Rowling, che ha trasformato il fallimento in un punto di forza e ha cambiato per sempre la storia della letteratura. Poetesse, chirurghe, astronaute, giudici, acrobate, imprenditrici, vulcanologhe: cento nuove avventure, cento nuovi ritratti per ispirarci ancora e dirci che a ogni età, epoca e latitudine, vale sempre la pena di lottare per l’uguaglianza e di procedere a passo svelto verso un futuro più giusto.

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2
di Francesca Cavallo e Elena Favilli
Mondadori, 2018

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 di Francesca Cavallo e Elena Favilli

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 di Francesca Cavallo e Elena Favilli – Credits: Mondadori

Donne al plurale di Giovanna Sparapani

«Non smettiamo mai di giocare e divertiamoci con arguzia e leggerezza».
 È questo l'augurio che la fotografa Giovanna Sparapani rivolge a tutte le donne che raccoglie e racconta il suo nuovo progetto fotografico: ritratti di donne che offrono una visione plurale e mai retorica del femminile.
 «Questo libro racconta di un’altra bellezza, né maggiore né più vera di quella giovanile, ma semplicemente diversa - scrive la critica dell'arte Daniela Pronestì nella postfazione del libro - Vissuta, sofferta, conquistata, affrancata da un’idea del tempo come nemico da combattere. Questi volti fieri e luminosi ci ricordano che il tempo non cancella la bellezza, bensì la trasforma, permeandola di nuove consapevolezze. åTra le protagoniste, alcune si concedono volentieri all'obiettivo, sorridendo, posando con naturalezza oppure improvvisando atteggiamenti ironici. Altre, invece, affrontano con timidezza l’occhio fotografico, lasciandosi scoprire poco a poco. In entrambi i casi, la loro identità emerge con forza, complice l’aver potuto decidere quale immagine dare di se stesse».

Donne al plurale
di Giovanna Sparapani
GoWare, 2017

Donne al plurale di Giovanna Sparapani

Donne al plurale di Giovanna Sparapani – Credits: GoWare

“Il femminismo è superato”. Falso! di Paola Columba

Dalla nascita della Repubblica in poi le donne italiane hanno conquistato moltissimi diritti grazie alle proprie battaglie. Purtroppo le nuove generazioni ne sembrano poco consapevoli e danno tutto per scontato. Questo libro nasce dal confronto diretto dell’autrice con moltissime femministe "storiche" (tra le altre Emma Bonino, Dacia Maraini, Lidia Ravera, Piera Degli Esposti, Lucia Poli, Lea Melandri, Luisa Muraro, Marisa Rodano) e altrettante ragazze di oggi e passa in rassegna questioni fondamentali: il corpo come strumento per conquistare popolarità, il sesso separato dall’identità, vecchi e nuovi stereotipi, dalla pubblicità alla TV, ai videogames. E ancora, le discriminazioni nel lavoro e nella società, la violenza di genere, le sfide del futuro... Un libro militante e non nostalgico che intende creare un ponte tra due mondi separati: quello delle ragazze di ieri e quello della società intera di oggi, che deve farsi carico di vecchie e nuove sfide.

“Il femminismo è superato”. Falso!
di Paola Columba
Idòla – Laterza, 2018

“Il femminismo è superato”. Falso! di Paola Columba

“Il femminismo è superato”. Falso! di Paola Columba – Credits: Idòla – Laterza

Princesa e altre regine di Concita De Gregorio

Le donne incontrare nelle canzoni di Fabrizio De Andrè ci hanno accompagnato nella vita: con il loro mistero, il loro coraggio, la dignità. Senza etichette, senza giudizio: esistono, bisogna solo ascoltarle.
«Questo libro è nato così» scrive Concita De Gregorio, «dalla meraviglia di trovarsi in tante, insieme, ad ascoltare […]. Queste voci hanno tutte, mi pare, un tratto in comune con Fabrizio De André. La fragilità inossidabile. La pervicacia nel procedere in direzione ostinata e contraria. Una ferita. Una debolezza nascosta dal movimento ed esibita nella solitudine. Un ciuffo di capelli che come una tenda lascia uno spiraglio e intanto ti ripara dal mondo, consentendoti di vederlo più a fuoco.» Grazie a venti artiste le canzoni che abbiamo amato si alzano in piedi, Nina Teresa Marinella e tutte le altre ci fanno nuove domande, trovano un nuovo cammino e una nuova voce.

Princesa e altre regine. 20 voci per le donne di Fabrizio De Andrè
di Concita De Gregorio
Giunti, 2018

Princesa e altre regine. 20 voci per le donne di Fabrizio De Andrè di Concita De Gregorio

Princesa e altre regine. 20 voci per le donne di Fabrizio De Andrè di Concita De Gregorio – Credits: Giunti

Le Vergini Giurate di Barbara Mazzon

Ancora oggi in Albania, donne fragili e combattive vengono obbligate ad abbandonare la propria femminilità per ottemperare al ruolo riservato agli uomini in società maschiliste. Il diventare Vergine Giurata non si limita al taglio maschile dei capelli o all’avvolgere il seno in strette bende. Rinunciare alla propria femminilità significa avere la forza di schiacciare le proprie pulsioni e la propria natura femminile, caricandosi non solo dei diritti ma anche del peso dei doveri riservati agli uomini. Che sia dettato da un’imposizione della famiglia – legata al bisogno di un erede maschio – o dalla rivendicazione personale di libertà, l’annientamento personale si presenta come unica strada, possibile e necessaria, per il riconoscimento sociale.

Le Vergini Giurate. Donne libere di costringersi e costrette a liberarsi in Albania
di Barbara Mazzon
Mimesis, 2018

Mazzon cover.jpg

Le Vergini Giurate. Donne libere di costringersi e costrette a liberarsi in Albania di Barbara Mazzon – Credits: Mimesis

Non sarò mai la brava moglie di nessuno di Nadia Busato

La mattina del primo maggio 1947 una giovane e attraente impiegata sale fino alla terrazza panoramica all'ottantaseiesimo piano dell'Empire State Building, il grattacielo simbolo di New York, e si lancia nel vuoto. La fotografia del suo cadavere, miracolosamente intatto e bellissimo, scattata da un giovane fotografo sconosciuto subito dopo lo schianto, diventa una delle immagini più celebri e potenti mai pubblicate da LIFE Magazine. Quella ragazza si chiamava Evelyn McHale. La sua è una storia affascinante e misteriosa, come e forse più di un romanzo.
Dopo anni di ricerche e interviste, Nadia Busato ha scritto un romanzo ispirato a Evelyn partendo proprio dalla celeberrima fotografia che ha suggestionato, anche grazie al lavoro di Andy Warhol, la moda e l'arte delle avanguardie pop. Un libro originale e riuscito, denso e doloroso come l’enigmatico, ultimo biglietto scritto da Evelyn.

Non sarò mai la brava moglie di nessuno
di Nadia Busato
SEM, 2018

Non sarò mai la brava moglie di nessuno di Nadia Busato

Non sarò mai la brava moglie di nessuno di Nadia Busato – Credits: SEM

Suvashun di Simin Daneshvar

Ambientata a Shiraz all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, la storia è narrata dal punto di vista di Zari: l’amore che prova per il marito, i suoi tre figli e l’educazione acquisita in un collegio di missionari inglesi l’hanno resa una donna felice e colta, anche se inerme di fronte alle numerose ingiustizie che affliggono il suo paese. L’attitudine di Zari contrasta totalmente con la personalità del marito Yusof, proprietario terriero giusto e generoso, impegnato in attività di resistenza contro gli occupanti, ma altrettanto ostile alla corruzione e all’opportunismo di alcuni suoi connazionali. Zari è combattuta tra il desiderio di condividere gli ideali del marito e l’ansia che questi possano trascinare la sua famiglia e il suo nido felice in disgrazia.
Suvashun è diventato un grandioso affresco dell’Iran e in particolare di Shiraz, città natale dell’autrice, luogo pregno di storia e di simboli per gli iraniani. Romanzo originale e sofisticato, il primo scritto da una donna iraniana, è divenuto il bestseller in lingua persiana più venduto nell’epoca contemporanea.

Suvashun. Una storia persiana  
di Simin Daneshvar
Francesco Brioschi Editore, 2018

Suvashun. Una storia persiana di Simin Daneshvar

Suvashun. Una storia persiana di Simin Daneshvar – Credits: Francesco Brioschi Editore

La vita in un istante di Gabrielle Zevin

Aviva Grossman ha ventun anni e un’unica colpa: essersi innamorata di un importante uomo politico. Ma, quando quella relazione diventa di dominio pubblico, i media non hanno pietà: travolta da una valanga di accuse, illazioni e (falsi) moralismi, Aviva non trova comprensione neppure nella famiglia ed è costretta ad allontanarsi dalla Florida e a cambiare nome, nella speranza che il tempo cancelli le tracce del suo errore. Se non il perdono, almeno l’oblio…
Tredici anni dopo, Jane Young abita in un paesino del Maine con la figlia Ruby. La sua quotidianità, all’apparenza perfetta, cambia quando Ruby inizia a fare ricerche su suo padre, che lei non ha mai conosciuto. Nell'era di Internet, nulla si cancella e, ben presto, Ruby si trova di fronte a una verità sconcertante.

La vita in un istante
di Gabrielle Zevin
Nord, 2018

La vita in un istante di Gabrielle Zevin

La vita in un istante di Gabrielle Zevin – Credits: Nord

Trilogia Scum di Valerie Solanas

Femminista radicale, rivoluzionaria, artista d’avanguardia, “clochard del femminismo”, odiatrice seriale di uomini, folle… di Valerie Solanas sono state date numerose definizioni, sempre parziali. Assurta alle cronache mondiali come la pazza che sparò a Andy Warhol, la scrittrice e commediografa americana tende ad essere ricordata nel tempo solo per questa ragione. La sua vicenda personale ha un triste epilogo: Solanas muore nell’aprile del 1988 a San Francisco, dopo aver trascorso l’ultima parte della vita in gravi ristrettezze e spesso senza fissa dimora.
Riscoperto nel mondo anglosassone da poco più di un decennio e oggetto di rinnovato interesse da parte dei nuovi femminismi radicali e dei queer studies, il lavoro di Valerie Solanas resta ancora poco conosciuto dal pubblico italiano. Trilogia SCUM colma questa lacuna, presentando per la prima volta l’integralità dei suoi scritti con l’accompagnamento di un approfondito apparato critico.

Trilogia Scum. Tutti gli scritti di Valerie Solanas
a cura di Stefania Arcara e Doborah Achilli
VandA ePublishing – Morellini, 2018

Solanas_Trilogia_Cover_Mor_2.indd

Trilogia Scum. Tutti gli scritti di Valerie Solanas a cura di Stefania Arcara e Doborah Achilli – Credits: Morellini

Il bicchiere mezzo pieno di AA.VV.

Ventiquattro donne raccontano in un libro i piccoli gesti che possono cambiare il corso di un’esistenza. Queste storie brevi sono nate per realizzare un piccolo, grande miracolo con un’arma gentile, la penna.
I diritti d’autore di queste storie belle e buone vengono interamente devoluti dalle scrittrici alle donne del Mozambico tramite la Cooperazione Italiana per garantire una vita migliore a una donna e alla sua famiglia in difficoltà. Facile come bere un bicchiere d’acqua? Non sempre, non dovunque.  

Il bicchiere mezzo pieno. I piccoli miracoli quotidiani che ti cambiano la vita
di AA.VV.
Piemme, 2018

Il bicchiere mezzo pieno. I piccoli miracoli quotidiani che ti cambiano la vita di AA.VV.

Il bicchiere mezzo pieno. I piccoli miracoli quotidiani che ti cambiano la vita di AA.VV. – Credits: Piemme

Mary Read di Alain Surget

Costretta dalla madre a travestirsi da maschio e a prendere il posto del fratellino Willy, Mary Read si imbarca in tenera età sulla nave di un famigerato pirata. Qui passerà tutta l’infanzia e l’adolescenza senza poter rivelare la sua identità, finché non le sarà più possibile mantenere il segreto. In un mondo dominato dagli uomini, Mary dovrà lottare per affermare il suo valore e la sua femminilità, fino a diventare una temibile piratessa.
Tra arrembaggi, tempeste, amori e battaglie, la storia di Mary Read è un formidabile romanzo d’avventure sui mari, ma anche una straordinaria storia vera.

Mary Read. La ragazza pirata
di Alain Surget
Gallucci, 2018

Mary Read. La ragazza pirata di Alain Surget

Mary Read. La ragazza pirata di Alain Surget – Credits: Gallucci

Nina e i diritti delle donne di Cecilia D'Elia

Oggi i ragazzi e le ragazze posso scegliere cosa fare da grandi. Ma in Italia, solo 45 anni fa, alcune professioni erano vietate alle donne: come la magistratura e altre ancora nei pubblici uffici.
Attraverso la voce di Nina e la storia della sua famiglia, il racconto di come è cresciuta l’Italia attraverso l’evoluzione dei costumi, delle donne e della società intera: per mostrare ai giovani lettori e lettrici che niente si può dare per scontato e che tanti diritti, che oggi sembrano ovvi, sono in realtà frutto di grandi battaglie avvenute pochi anni fa e che non vanno dimenticate! Soprattutto per non tornare indietro.

Nina e i diritti delle donne
di Cecilia D'Elia
illustrazioni di Rachele Lo Piano
Sinnos, 2018

Nina e i diritti delle donne di Cecilia D'Elia illustrazioni di Rachele Lo Piano

Nina e i diritti delle donne di Cecilia D'Elia illustrazioni di Rachele Lo Piano – Credits: Sinnos

Donne come noi

Coraggio, forza e capacità di cambiare il mondo. In pochi decenni le donne sono riuscite a ridisegnare gli equilibri della società in una direzione più paritaria. Questo libro raccoglie cento storie di donne contemporanee italiane tenaci, competenti, coraggiose che hanno contribuito ad abbattere gli stereotipi di genere con le loro scelte e con le loro azioni. Donne che dimostrano sul campo quanto appartenere a questo genere sia un’opportunità più che un limite. Racconti forti ed emozionanti che attraverso conquiste e successi ispirano le donne a continuare la loro rivoluzione in famiglia, nel mondo del lavoro, nella società.
Una collaborazione tra Sperling & Kupfer e Donna Moderna, il magazine diretto da Annalisa Monfreda, che fa parte di un grande progetto dedicato all’Empowerment femminile e che comprende uno spettacolo teatrale e un programma di formazione.

Donne come noi. 100 storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali
Sperling & Kupfer, 2018

Donne come noi. 100 storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali

Donne come noi. 100 storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali – Credits: Sperling & Kupfer

Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Naomi Alderman immagina un mondo dominato dalle donne, in cui gli uomini sono ridotti in semi-schiavitù. Le ragazze adolescenti hanno infatti sviluppato una sorta di energia elettrica capace di fulminare chiunque cerchi di molestarle.
Quattro personaggi ci guidano tra i diversi scenari sociali, politici, mediatici e confessionali che il rivoluzionario ribaltamento delle gerarchie e dei rapporti di genere ha innescato, raccontandoci come la diffusione della scintilla del potere femminile sia rapidamente degenerata nella depravazione. Le donne ora distruggono, violentano, seviziano e uccidono proprio come prima di loro avevano fatto gli uomini. Questa è l’atroce verità. L’universo distopico di Alderman, infatti, cresce e si sviluppa attorno ad una questione attualissima e disturbante: perché le persone, al di là del sesso e della razza, abusano del potere?

Ragazze elettriche
di Naomi Alderman
Nottetempo, 2017

Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Le spose sepolte di Marilù Oliva

Dove sono finite quelle donne misteriosamente sparite da anni, mogli e madri di cui i mariti sostengono di non sapere nulla? I loro resti vengono ritrovati grazie a un killer implacabile che costringe chi le ha fatte scomparire a confessare dove si trovano le loro ossa e poi uccide i colpevoli, sempre assolti dai tribunali per mancanza di prove per rendere così giustizia alle spose sepolte. I pochi indizi lasciati sulla scena del crimine conducono a un piccolo paese, Monterocca, soprannominato la Città delle Donne, un territorio nell’Appennino bolognese circoscritto da mura ed elementi naturali, governato da una giunta completamente al femminile. Il team investigativo, in cui spicca la giovane ispettrice Micol Medici, si trova catapultato in una realtà di provincia quasi isolata dal mondo e molti misteri avvolti nella nebbia. Un inquietante enigma conduce gli inquirenti al Centro Studi Rita, un’azienda farmaceutica che sta sintetizzando un anestetico speciale: lo stesso utilizzato dal serial killer come siero della verità per far confessare i colpevoli. Ma quanti altri segreti si nascondono dentro i confini del piccolo paese?
 
Le spose sepolte
di Marilù Oliva
Harper Collins, 2018

Le spose sepolte di Marilù Oliva

Le spose sepolte di Marilù Oliva – Credits: Harper Collins

Le Magnifiche dei Medici di Daniela Cavini

Dalla poetessa Lucrezia Tornabuoni, madre di Lorenzo il Magnifico, a Clarice Orsini, che lo sposò e diede i natali al futuro papa Leone X. Da Caterina Sforza, che trasmise la passione per le armi al figlio Giovanni dalle Bande Nere, a Eleonora da Toledo, che regnò a fianco del granduca Cosimo I. Fino ad arrivare all’Elettrice Palatina, Anna Maria Luisa, a cui Firenze deve gran parte del suo patrimonio artistico.
I dodici ritratti di altrettante donne della stirpe dei Medici formano un racconto lungo tre secoli dove si intrecciano amore e affari, alleanze e intrighi politici, virtù inaspettate e debolezze fatali.

Le Magnifiche dei Medici. Dodici ritratti di donne straordinarie
di Daniela Cavini
Mauro Pagliai editore, 2017

Le Magnifiche dei Medici. Dodici ritratti di donne straordinarie di Daniela Cavini

Le Magnifiche dei Medici. Dodici ritratti di donne straordinarie di Daniela Cavini – Credits: Mauro Pagliai editore

Come non darla... vinta di Elena Ballerini

Vedere realizzati i propri sogni ha un prezzo e per una donna spesso fa rima con sesso. Ma concedersi non è la strada più proficua: esiste un metodo per riuscire a ottenere il massimo sottraendosi alle avances senza darla...vinta. Le pagine scritte da Elena Ballerini raccolgono le istruzioni per godere dei vantaggi di certe conoscenze evitando approcci indesiderati. "Visto che ogni cosa ha un prezzo perché c’è un prima, un dopo, ma soprattutto un durante, in questo manuale ho descritto alcuni espedienti di fuga per sottrarsi a situazioni imbarazzanti attraverso l’individuazione di strategie da attuare nei confronti delle principali tipologie di uomini potenti, analizzate con un po’ di umorismo, con cui può capitare di imbattersi quando si cerca il proprio posto nel mondo. Perché questo posto si può raggiungere sempre quando si crede in un grande valore come la meritocrazia".

Come non darla... vinta e raggiungere i propri obiettivi
di Elena Ballerini
Imprimatur, 2018

Come_non_darla

Come non darla... vinta e raggiungere i propri obiettivi di Elena Ballerini – Credits: Imprimatur

Pittrici della Rivoluzione di Daniela Boni e Monica Manfrini 


Jacques-Louis David, maestro del neoclassicismo, ebbe numerose allieve donne nel suo atelier parigino, allestito all'interno del Louvre. Spesso molto talentuose, queste pittrici aprirono a loro volta scuole di disegno e pittura, ma furono subito dimenticate dalla società del loro tempo a causa di pregiudizi di genere: le loro opere furono infatti acquisite dal Louvre, dal Metropolitan di New York e dall'Ermitage solo in quanto attribuite al maestro. Le autrici ripercorrono le loro vite, mai fino a oggi riunite in un unico racconto, alternando le vicende private a quelle professionali nella Francia del passaggio dai Borboni a Napoleone, dalle lotte rivoluzionarie al periodo del Terrore, fino all'avvento del Romanticismo.

Pittrici della Rivoluzione. Le allieve di Jacques-Louis David
di Daniela Boni e Monica Manfrini  
Pendragon, 2017

I racconti del sesso e della menzogna di Leïla Slimani

Tredici racconti sulla sessualità in Marocco: tredici testimonianze spontanee, voci di donne di estrazione sociale differente, con un livello di istruzione e un sentimento religioso profondamente diverso, eppure parlano tutte la stessa lingua e muovono un atto di accusa senza riserve verso una società in netta contraddizione tra quanto predica e quanto vive.
La legge marocchina oggi si rivela una giurisprudenza totalmente scollata dalle esigenze di una comunità per molti versi modernizzata, in cui le donne reclamano il tempo di conoscere e desiderare gli uomini con cui escono e rivendicano la libertà di rifiutarli. Di fatto le ragazze non parlano di sesso in famiglia, né confidano alle amiche le loro relazioni non ufficiali, e dall’altra i giovani uomini marocchini non sposano donne che abbiano perso la verginità.
Che tipo di società è questa? Leïla Slimani, scrittrice premio Goncourt all’apice del successo, rappresentante della cultura francese più illuminata, acuta osservatrice dell’identità femminile nelle sue infinite declinazioni, lascia alle parole di queste donne la risposta.

I racconti del sesso e della menzogna
di Leïla Slimani
Rizzoli, 2018

I racconti del sesso e della menzogna

I racconti del sesso e della menzogna di Leïla Slimani – Credits: Rizzoli

Milano è donna di Luisa Mariani e Giovanni Zaccherini

Una città è fatta di storia, monumenti, strade, ma soprattutto di donne e uomini che vi sono nati e vissuti oppure che l’hanno scelta come patria d’elezione o, ancora, per necessità. Il nuovo che avanza sono le donne, portatrici di valori che possono cambiare prospettive e sistemi considerati inamovibili. Sono generalmente figure discrete, consone allo stile milanese, poco esibizionista e parolaio e molto concreto e “operativo”. Attraverso 70 interviste, il libro si prefigge di mettere in luce e raccogliere almeno una parte di queste figure femminili, ponendo nelle “caselle” della vita della città un nome di donna che rappresenti se stessa, le sue competenze, l’istituzione in cui opera e il suo rapporto con la metropoli.

Milano è donna. Le milanesi che fanno grande la città
di Luisa Mariani e Giovanni Zaccherini
Jaca Book, 2018

Milano è donna

Milano è donna. Le milanesi che fanno grande la città di Luisa Mariani e Giovanni Zaccherini – Credits: Jaca Book

La donna non esiste di Nicla Vassallo

Una vera e propria indagine su uno dei temi più caldi e divisivi del dibattito sociale e culturale odierno, condotta dalla docente di filosofia teoretica Nicla Vassallo: quanto gli stereotipi dominanti e limitanti, legati al concetto – oramai superato - di binarismo sessuale, influenzano la discussione pubblica legata a queste tematiche?
A partire da questa domanda, il lettore viene condotto in un viaggio alla scoperta del delicato rapporto tra sesso e genere, servendosi dei punti di vista forniti da filosofia, biologia, medicina di genere, bioetica e comunicazione. Grazie all’apporto di Ulrich Pfeffer, Adriana Albini, Maurizio Mori, Eva Cantarella, Vera Tripodi e Claudia Bianchi, il libro fornisce «gli strumenti per inquadrare gli stereotipi, se possibili liberandosene o affievolendoli, per concedere ad ogni essere umano la propria singolarità e individualità, priva di “scatolarità”. E qui per “scatole” intendiamo proprio quelle di sesso e genere.»

La donna non esiste. E l’uomo? Sesso, genere e identità.
di Nicla Vassallo
Codice edizioni, 2018

La donna non esiste. E l’uomo? Sesso, genere e identità di Nicla Vassall

La donna non esiste. E l’uomo? Sesso, genere e identità di Nicla Vassall – Credits: Codice edizioni

© Riproduzione Riservata

Commenti