Addio Pietro Mennea: cinque libri per ricordarlo

Mito dello sport, ma anche scrittore (e tanto altro): nel giorno della sua scomparsa lo vogliamo celebrare con alcuni consigli di lettura

pietro-mennea-5-libri

Pietro Mennea – Credits: AFP/Getty Images

Andrea Bressa

-

Anche il mondo dei libri piange il grande campione Pietro Mennea, scomparso oggi a Roma a 60 anni.

Il recordman di Messico ’79, il campione delle Olimpiadi di Mosca ’80 e protagonista di numerose altre grandi prove, non è stato solo uno sportivo di successo, famoso in tutto il mondo, ma anche un plurilaureato (giurisprudenza, scienze politiche, scienze motorie e lettere) docente universitario, avvocato e dottore commercialista, eurodeputato dal ’99 al 2004. Ha inoltre fondato nel 2006 la Fondazione Pietro Mennea, una onlus impegnata nell’assistenza a enti caritatevoli, sportivi e culturali e nella promozione della ricerca scientifica, oltre che nella diffusione di una cultura dello sport pulito, promuovendo la lotta al doping.

È stato infine autore di ben venti libri, tra i quali ne abbiamo selezionati cinque che possano rappresentare un piccolo omaggio a una grande figura dell’Italia contemporanea.

La corsa non finisce mai – con Daniele Menarini (Lìmina)

Scritta a quattro mani con il giornalista Daniele Menarini, la biografia racconta la vita del campione olimpionico. Ma non ci sono solo i racconti dei successi sportivi: la sua corsa procede con l’attività di professore, avvocato, commercialista e filantropo ideatore della fondazione che porta il suo nome.

Inseguendo Bolt. Lungo un percorso che conosco – con Daniele Menarini (Lìmina)

In questo volume Mennea tenta di analizzare, attraverso la sua esperienza di atleta ad alto livello, la figura di Usain Bolt, mito giamaicano dell’atletica internazionale. Si tratta di un incontro virtuale tra due campioni di epoche differenti, che in qualche modo hanno dovuto affrontare le stesse sfide, tra allenamenti, infortuni, pressioni mediatiche, successi, sconfitte. E talvolta anche solitudine.

19''72 Il record di un altro tempo (Delta 3)

Il titolo richiama i secondi con i quali Mennea nel 1979 divenne il più veloce corridore sui 200 metri piani. Record che è rimasto imbattuto per diciassette anni, tuttora insuperato a livello europeo e nazionale. Anche in questo libro si trovano sacrifici, sfide e successi di uno dei più importanti atleti italiani.

Le olimpiadi del centenario (Edizioni Atena)

Con l’autorità che gli arriva da anni di onorata carriera, Mennea tratta delle Olimpiadi di Atene del 2004, un’edizione che ha avuto una grande importanza simbolica. I Giochi Olimpici con il loro carico di valori vengono spiegati dal grande corridore, ricordando gli insegnamenti che possono arrivare dalle regole fondamentali dello sport: rispetto, conoscenza di sé, umiltà nella vittoria e forza nella sconfitta, sacrificio e fiducia nella squadra. Utili anche nella vita.

Il doping nello sport – con Francesco Buffa (Giuffrè)

Mennea si è occupato molto in prima persona del problema del doping, combattendo sempre per un sport pulito, sia attraverso informazione e sensibilizzazione, sia grazie alle sue conoscenze di giurisprudenza. In questi ambiti quindi si muove il libro, volto a sensibilizzare i cittadini e gli addetti ai lavori.

-----------------

- La corsa non finisce mai – Pietro Mennea, Daniele Menarini (Lìmina)
- Inseguendo Bolt. Lungo un percorso che conosco – Pietro Mennea, Daniele Menarini (Lìmina)
- 19''72 Il record di un altro tempo – Pietro Mennea (Delta 3)
- Le olimpiadi del centenario – Pietro Mennea (Edizioni Atena)
- Il doping nello sport – Pietro Mennea, Francesco Buffa  (Giuffrè)

© Riproduzione Riservata

Commenti