Michael Jackson: la biografia delle polemiche

Un gruppo di fanatici ammiratori del mitico Jacko attacca sui social network ‘M’, il libro di Randall Sullivan. Ma anche parlare male è pubblicità  

Michael Jackson

Michael Jackson – Credits: ANSA / WILLIAM PHILPOTT / TO

Andrea Bressa

-

La recentissima biografia di Michael Jackson M – vita, morte, segreti e leggenda del Re del Pop edita da Piemme e firmata dal giornalista Randall Sullivan, pare aver scatenato le ire dei fan irriducibili.

Un gruppo particolarmente più intransigente, riuniti sotto il nome di "Michael Jackson’s Rapid Response Team to Media Attacks”, sembra impegnato in una sorta di crociata per smontare il libro di Sullivan, muovendosi sia su Facebook e Twitter. Secondo il Telegraph , accusano il collaboratore di Rolling Stone ed Esquire di aver pubblicato un ammasso di bugie, approfittando senza rispetto del grande nome di Michael.

Non solo: si starebbero prendendo anche il merito del fatto che Untouchable (questo il titolo inglese) abbia subito un arresto nelle vendite, proprio grazie alla loro battaglia. Ma, sempre secondo il Telegraph, tutto questo è molto più probabilmente dato dalle recensioni provenienti da critici professionisti. Come per esempio quella di Michiko Kakutani del New York Times, che descrive il libro come “triste, gonfio, superfluo”, senza peraltro avere la nomea di fan accanita.

È probabile quindi che Randall Sullivan non sia poi così preoccupato per gli attacchi provenienti da questi inflessibili ammiratori. In fondo, citando Oscar Wilde, “bene o male, purché se ne parli”.

----------------------

- M – vita, morte, segreti e leggenda del Re del Pop – Randall Sullivan (Piemme)

© Riproduzione Riservata

Commenti