Fumetti

‘L'argine’, una storia della Liberazione

Due stili diversi insieme per raccontare la guerra vissuta dai civili

‘L'argine’ di Girardi e Lombardi

Serena Di Virgilio

-

“L'argine” di Marina Girardi (autrice di Capriole) e Rocco Lombardi, pubblicato da BeccoGiallo, è un romanzo a fumetti sulla Liberazione d'Italia da parte degli Alleati, su quanto questa sia stata lenta e difficile e su quanto luoghi e persone abbiano dovuto sopportare perché tornasse la libertà.
Particolarità del libro è la sinergia tra Girardi e Lombardi, che non si sono divisi tra testo e immagini ma hanno collaborato come autori completi, anche in compresenza sulla stessa tavola.

871437

Il racconto è narrato in prima persona da Frazchì, oggi anziano e allora bambino: mandato a cercare sussistenza per la famiglia stremata dai bombamenti, si trova a incrociare compaesani, rifugiati, fascisti e militari di ogni fazione in guerra. Il suo cammino con capretta al seguito si fa simbolo e testimonianza di una comunità, quella di Cotignola in provincia di Ravenna, ai piedi dell'argine del fiume Senio, e della sua umanità e caparbietà.
Centrale è la necessità di sopravvivere, di accettare la distruzione per poter andare avanti, ma anche gli sforzi per opporsi ai soprusi e fare ciò che è giusto, come aiutare i perseguitati.

871441

Il disegno fresco, aperto e dinamico di Girardi racconta la quotidianità. Il ricordo prende le tinte di una tavolozza terrosa, mentre il presente e il sogno emergono ricchi di colori. La predominanza della narrazione si traduce in sequenze di vignette ben definite, sfociando in immagini a piena pagina o in composizioni più complesse nei momenti più evocativi.

Al chiaro e scuro netto delle xilografie di Lombardi viene invece demandato di descrivere il dramma, la tensione, la paura: elementi che si insinuano nel racconto, e che a tratti prendono completamente il sopravvento. Come nella scena alla metà del libro, una manciata di pagine nere fino al bordo che segnano per il piccolo protagonista una perdita dell'innocenza nella notte e nella nebbia, fino a sfociare in una febbricitante scena onirica.

871438

“L'argine” si inserisce tra gli sforzi per conservare e tramandare il ricordo gli eventi della Seconda Guerra Mondiale, a oltre sessant'anni di distanza, mentre la generazione che l'ha combattuta e vissuta sta ormai sparendo.
Il libro trova inoltre particolare valore nella contemporaneità come veicolo per ritrovare valori di solidarietà e coraggio, già presenti nel nostro passato collettivo.

871442

“L'argine” di Girardi e Lombardi è un volume brossurato di 136 pagine a colori. È pubblicato da BeccoGiallo che lo propone a 15 Euro.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Capriole': un'infanzia in movimento

Marina Girardi racconta i viaggi vicini e lontani fatti da bambina

Commenti