I salvatori (silenziosi) del patrimonio

Non vanno in tv né sui giornali. Ma lavorano per ridare vita a monumenti, piazze, biblioteche, opere d’arte. 

– Credits: Credit: Ufficio Stampa

Luca Nannipieri

-

Eccola l’Italia da salvare. Non è l’Italia dei monumenti, delle chiese, delle piazze, delle opere d’arte, ma l’Italia delle persone che unendosi curano quella chiesa, quella piazza, quel monumento, quella biblioteca. Perché in quel loro aggregarsi e darsi da fare diventano una delle presenze più preziose del Paese. Non compaiono quasi mai in televisione, non hanno voce sui giornali, non possiedono cattedre illustri nelle università, non pubblicano libri con noti editori, non sono incoraggiate dalle istituzioni. Eppure, si possono vedere ogni giorno: attorno a quella chiesa in rovina, a quella scuola, a quell’archivio mal custodito.

È giusto non considerare o ritenere di poco conto tutta questa ricchezza di premure, conoscenze, ideali, anche se vengono dalle mani di un contadino, di un tabaccaio o di un vecchio che non ha studiato? Nel silenzio della loro azione queste persone stanno salvando l’Italia.

A Paderno Dugnano, vicino a Milano, affogata da autostrade e tangenziali, si trova la chiesetta del Pilastrello. I suoi muri sono imbrattati, la notte vi sono le prostitute, il giorno lo spaccio. Per terra siringhe e profilattici, all’interno, in stato precario, vi è un affresco del 1779. Un gruppo di persone, capitanate dal geometra Luciano Bissoli, ha iniziato a prendersene cura, a ripulire i muri, tagliare l’erba, consentire un’illuminazione adeguata. A più riprese si svolgono manifestazioni e messe. Così, pur con difficoltà, la chiesa ha riacquistato un minimo di decoro e vita civile.

In Lunigiana, il castello e il borgo di Castiglione del Terziere sono stati comprati, quando erano in abbandono, da Loris Jacopo Bononi, scrittore straordinario che fu amato da Pier Paolo Pasolini. Negli anni Bononi ha restaurato i locali pericolanti. Per attrarre visitatori, affiggeva fogli con le sue poesie sulle porte invitando a seguire il percorso a serpente del borgo. Chiunque vi soggiornasse poteva mangiare e parlare con lui. Dopo la sua morte l’impegno è passato alla moglie.

A Verdeto, sulle colline di Piacenza, stava crollando un cerchio di case con la loro chiesa. Da qualche anno, con un’efficacia straordinaria, il parroco Pietro Cesena con un nugolo di fedeli ha preso in gestione il paesello e lo ha fatto diventare una roccaforte cristiana per i giovani. Oltre a restaurare gli abitati, vi ha costruito un teatro a gradoni, una saletta conferenze, una biblioteca, una cucina e un albergo. Vi si svolgono, con un’animazione davvero incredibile, lezioni, corsi per fidanzati, gruppi famiglie, riunioni con ragazze madri e anziani.

Altilia Sepino (Campobasso) è uno dei maggiori siti archeologici italiani, con teatro, foro e terme romane di elevato interesse. Nessuno però lo visita. Così un pugno di persone, guidate dall’architetto Antonello Filippi, ha deciso di coalizzarsi affinché quel luogo non rimanga morto e diventi motore di appartenenza e di crescita economica. Il piu grande ostacolo lo trovano nelle istituzioni. Volterra, vicino a Pisa, è un borgo di una bellezza magnetica, eppure il suo teatro romano è in degrado, con pensiline orribili che coprono i mosaici. Da 10 anni il regista Simone Migliorini ha ideato così un festival internazionale, nel quale, con pochissimi soldi recuperati fortunosamente sul territorio, ha ospitato spettacoli con artisti come Giorgio Albertazzi e Dario Fo, in un’opera di sensibilizzazione pubblica che finora nessuna amministrazione ha fatto.

Craco è un paese disabitato nei pressi di Matera. Il cedimento del terreno ha motivato nel 1963 lo spopolamento, i caseggiati sono diventati rovine. Da qualche anno, invece di considerarlo un luogo da evitare, il comune con una cooperativa di giovani ha avviato delle visite giornaliere: con un casco e protezioni adeguate, è possibile entrare nella sua spettrale desolazione. La zona non è più ripristinabile, ma queste attività dimostrano che la Basilicata non è solo terra d’emigrazione.

Queste sono solo alcune delle persone che non fanno opinione sui giornali, ma stanno salvando il Paese. Eccola l’Italia piu preziosa.

Leggi Panorama Online

© Riproduzione Riservata

Commenti