Rita Fenini

-

Al Museo del Novecento, una mostra - allestita dall' Atelier Mendini - che racconta i diversi aspetti della cultura visiva italiana tra i primi anni Cinquanta e i primi Sessanta, facendo principalmente perno sul contesto di Milano, centro al tempo stesso della grande editoria commerciale del tempo e di una buona parte della ricerca artistica più avanzata.

Circa centoquaranta opere di pittura, scultura e grafica – scelte in relazione al particolare successo nella grande comunicazione ma anche valorizzando i ricchi depositi del Museo del Novecento – dialogano con le più diffuse illustrazioni fotografiche (ma anche televisive e cinematografiche) delle opere stesse e dei loro autori, molti dei quali diventati a diverso titolo veri e propri divi: da Picasso, "l'immortale da vivo", ai naïfs, i "fratelli del Doganiere", fino a Bernard Buffet, "il pittore in Rolls Royce", oggi dimenticato ma all'epoca protagonista delle cronache d' arte e del gossip.

Una ricca sezione documentaria – come una grande edicola d'altri tempi – presenta al pubblico le riviste e i loro diversi modi di raccontare l'arte moderna, dalle copertine alle inchieste, dalle rubriche di critica e collezionismo alla pubblicità, dal fotogiornalismo agli inserti speciali, dall'illustrazione alla satira.

BOOM! 60
Era arte moderna

a cura di Mariella Milan e Desdemona Ventroni
con Maria Grazia Messina e Antonello Negri

Milano, Museo del Novecento
18 ottobre 2016 – 26 marzo 2017
 

© Riproduzione Riservata

Commenti