Armonie d'Arte Festival
Arte & Idee

Armonie d'Arte Festival: musica, teatro e danza nel Parco archeologico Scolacium

Dal 21 luglio al 10 settembre a Roccelletta di Borgia otto eventi in cui la sperimentazione si intreccia alla tradizione

Musica, teatro, danza, arte e altro ancora, sotto il comun denominatore della bellezza. Sono queste le declinazioni di Armonie d'Arte Festival, rassegna con quindici anni di storia alle spalle, che prenderà il via il 24 luglio. Il Parco archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia (Catanzaro) sarà il suo set naturale e monumentale: tradizione e innovazione si intrecciano, rilanciando la vicenda secolare del Parco come spazio da vivere sotto la spinta di creatività, sperimentazione e ricerca espressiva.

Otto gli appuntamenti da segnare in agenda, in programma da luglio a settembre. Sette i percorsi tematici trattati, detti "focus": Divertissement & Art (focus giallo), Sound internazionale (focus blu), Terre del sud, terre del mediterraneo (focus verde), Scolacium guarda al mondo - interculturalità e tematiche sociali (focus rosso), Calabria d'arte&Entertainment (focus arancio), Grandi uomini e grandi azioni/anniversari e ricorrenze (focus viola), Pitagora (focus marrone).  

Ad aprire la rassegna Carmen (focus giallo), balletto in due atti sulla celebre opera di Bizet con le coreografie di Fredy Franzutti e la partecipazione del Balletto del Sud.

Si prosegue il 30 luglio (focus blu) con i fuoriclasse del jazz John Abercrombie Quartet. Il 7 agosto (focus verde) l'onnivoro Stefano Bollani salirà sul palco con un quartetto atipico per il sorprendente progetto dedicato alla canzone napoletana di ogni tempo, Napoli Trip.

Il 13 agosto (focus rosso) è la volta della straordinaria ballerina ucraina Svetlana Zacharova, accompagnata sul palco dal marito violinista Vadim Repin e da etoile del Bolshoi di Mosca, del Marijnsky di San Pietroburgo, del Royal Opera Ballet Covent Garde di Londra e dall’Orchestra da Camera del Teatro di San Carlo di Napoli.

Il 20 agosto (focus rosso) andrà in scena l’inedito spettacolo Francesco e il Sultano (produzione originale di Armonied’ArteFestival) di Francesco Brancatella, dedicato a Suso Cecchi D’Amico e Franco Zeffirelli, autori di un soggetto inedito proprio sull’incontro tra S. Francesco e il Sultano d’Egitto a cui si è ispirato Brancatella. La direzione artistica del progetto è di Chiara Giordano, ideatrice e direttore artistisco del festival. Regia e coreografie sono a firma di Micha von Hoecke, affiancato da Lorenzo D’Amico De Carvalho; tra gli interpreti Alessio Boni, Mariano Sigillo e Edoardo Siravo.

In occasione dei 400 anni dalla morte del drammaturgo inglese, il 23 agosto (focus viola) Dante Antonelli porta in scena Shakespeare sonetti, con una residenza artistica curata dalla stessa Fondazione Armonie d’Arte. Il 26 agosto (focus marrone) sarà la volta di Pitagora – La nascita di un uomo nuovo, ideato e interpretato da Roberto “Kirtan” Romagnoli: un viaggio dentro verità e incertezze di una figura che continua a stupire per l’alone misterioso racchiuso nella sua breve esistenza.

Appuntamento finale fissato per il 10 settembre (focus arancio) con una giornata interamente dedicata a tutti gli artisti calabresi a cui verrà offerta l’opportunità di un palcoscenico come Scolacium.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti