Simona Santoni

-

Maestro della truffa, imprenditore disonesto, avvocato arrivista, esilarante spaccone. Vittorio Gassman durante la sua lunga carriera è stato tutto questo e molto altro. Grande protagonista del teatro e del cinema italiano, il "mattatore" ha dato vita a personaggi storici, magnifici ritratti dei vizi dell'essere umano, tutti a loro modo indimenticabili.

Tra le innumerevoli interpretazioni, è difficile dire quale sia la migliore. Forse il guerriero sgangherato che guida l'armata Brancaleone alla riscossa. O magari il soldato imbroglione compagno di Alberto Sordi in La grande guerra. E che dire del ladro da strapazzo de I soliti ignoti e del simpatico cialtrone de Il Sorpasso? Impossibile fare classifiche. Ma una cosa è certa: con la sua morte avvenuta esattamente 16 anni fa, il 29 giugno del 2000, Gassman ha lasciato un vuoto difficile da colmare. Per fortuna ci restano i suoi film e le sue memorabili macchiette.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Luchino Visconti, 40 anni senza: i 5 film più belli - Foto

Regista inquieto e perfezionista, uno dei più grandi rappresentanti del nostro cinema, moriva il 17 marzo 1976

Kabir Bedi, il fascinoso Sandokan compie 70 anni - Foto

Col suo sguardo di brace e lo charme esotico, l'attore indiano è stato la "Tigre di Mompracem" dell'amato sceneggiato anni Settanta

Antoni Gaudí moriva 90 anni fa: le foto delle sue meraviglie architettoniche

"L'architetto di Dio" ha regalato alla Spagna opere spettacolari, da Casa Batlló alla Sagrada Família. Ripercorriamo il suo luna park creativo

Commenti