Cinema

TRASH, un'avventura a Rio: video-intervista a Stephen Daldry

Il regista britannico nel suo nuovo film racconta una favola di bambini, rifiuti, favelas e inseguimenti. Dal 27 novembre al cinema

TRASH

Simona Santoni

-

Ispirato all'omonimo romanzo per young adult di Andy Mulligan, TRASH è il nuovo film di Stephen Daldry, il regista britannico di Billy ElliotThe Hours The Reader - A voce alta, che questa volta si cimenta con una storia per lui insolita, di ragazzini, favelas, avventura, inseguimenti e intrighi da svelare. Arriverà nelle sale italiane il 27 novembre, dopo aver vinto il Premio del pubblico BNL/Gala all'ultimo Festival Internazionale del Film di Roma.

Protagonisti tre ragazzini di Rio de Janeiro, Raphael (Rickson Tevez), Gardo (Eduardo Luis) e Rato (Gabriel Weinstein), che, dopo aver trovato un portafoglio nella discarica presso cui lavorano, capiscono che quell'oggetto vale molto di più dei soldi che contiene. La polizia, corrotta e violenta, inizierà infatti a dar loro la caccia, mentre l'impavido trio si metterà sulle tracce del proprietario del portafoglio... Ad aiutarli un sacerdote americano (Martin Sheen) e la sua assistente (Rooney Mara).

In questa video-intervista esclusiva Daldry ci racconta com'è stato girare a Rio, scegliere i tre bambini protagonisti e tant'altro.

Il trailer italiano di TRASH:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Festival del film di Roma, i titoli più attesi

La rassegna capitolina torna popolare, tra commedie e red carpet. Tre gli italiani in concorso

10 libri da leggere in attesa dei film

Tra poco arriveranno sul grande schermo i loro adattamenti cinematografici. Da "Vizio di forma" di Thomas Pynchon a "Unbroken" di Laura Hillenbrand

Commenti