Cinema

Suburra, il film: intervista a Elio Germano - Video

Dal 14 ottobre al cinema, ci porta in mezzo alle buie connessioni tra potere e criminalità

Elio Germano

Simona Santoni

-

Tra parlamentari corrotti e corruttibili, tra vecchi e nuovi criminali e un enorme progetto di speculazione edilizia che attira tanti e ingordi appetiti, si muove Suburra, il crudo e nero film di Stefano Sollima, lo stesso regista di ACAB - All Cops Are Bastards e delle serie tv Romanzo criminale e Gomorra. Dal 14 ottobre al cinema, è tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo.

Nell'antica Roma la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora.
"Famiglie" pericolose vogliono costruire sul litorale ostiense una nuova Las Vegas. Per realizzarla servirà l'appoggio di Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), politico corrotto e invischiato fino al collo con la malavita, di Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una potentissima famiglia che gestisce il territorio e, soprattutto, di Samurai (Claudio Amendola), il più temuto rappresentate della criminalità romana e ultimo componente della Banda della Magliana.  

Tra questi vasi di ferro si inserisce il vaso di coccio del pierre Sebastiano, interpretato da Elio Germano. In questo video in esclusiva, l'attore romano ci parla di Suburra e del suo personaggio. 

Suburra, il film sulla mafia di Roma Capitale
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Much loved, al cinema le prostitute marocchine censurate - Video

Film di Nabil Ayouch, in Marocco è stato vietato e il regista è stato minacciato. Nelle sale italiane dall'8 ottobre

Reversal - La fuga è solo l'inizio, horror e vendetta - Video

Film in cui la vittima diventa carnefice, è al cinema dall'8 ottobre

Tom Hiddleston e Guillermo del Toro parlano di Crimson Peak - Video

Film gotico dalle atmosfere sontuose e fatiscenti, arriva al cinema il 22 ottobre. Ecco alcune anticipazioni e immagini in anteprima

Commenti