Sasha Grey, ex pornostar con il debole per il cinema... d'autore

Dai filmini hard ora si interessa ai cult e alle opere d'essai. Dichiara il suo amore per Akira Kurosawa, è pronta a un romanzo erotico di suo pugno e presta la voce ai Throbbing Gristle

Sasha Grey (Ansa)

Simona Santoni

-

Dopo aver praticato bondage, sadomasochismo, ogni espressione più spinta del sesso in ben 270 filmini porno, ora la debolezza principale dell'ex attrice hard Sasha Grey è... Akira Kurosawa.

La pornostar più famosa al mondo, ormai ex dopo il suo ritiro annunciato nell'aprile 2011, è insospettabilmente una fan del cinema d'autore. La sua esperienza con Steven Soderbergh come protagonista di The girlfriend experience (2009) l'ha ormai convinta a un profilo più intellettuale (tanto che sul suo sito si firma Lotta continua ). E poco importa che in quel film interpretasse una escort.

Proprio in questi giorni sul suo account Twitter la ventiquattrenne sinuosa col viso da teenager ha espresso la sua "weakness" per un cofanetto con 25 film in dvd di Kurosawa: Vivere, Anatomia di un rapimento, I sette samurai... I titoli del grande cineasta giapponese non starebbero male - rivisitati - neanche nella filmografia passata della Grey.

Del resto dopo aver recitato anche in sei episodi della serie tv Entourage e nel thriller d'essai I Melt with You di Mark Pellington, ora l'obiettivo di Sasha è diventare attrice "mainstream" e non più solo "di nicchia", diciamo così. E sembra anche ambire a essere un'artista a tutto tondo (lei si dichiara "performance artist"). Dopo aver pubblicato il libro di fotografie e autoscatti Neü Sex , ha appena venduto la sua prima opera letteraria di finzione, The Juliette Society . Si tratta di un tentativo di reinventare il romanzo erotico, con la volontà di trattare la sessualità femminile come qualcosa di misterioso e sensuale. A Sasha c'è da riconoscere che, come ogni buon studente di narrativa, come scrittrice alle prime armi si è cimentata nella materia che meglio conosce. Chissà se potrà rivaleggiare con le Cinquanta sfumature di E.L. James dove - guarda caso - il sadomaso protagonista maschile si chiama Christian Grey. Che sia parente della "nostra" Grey?

Intanto a settembre Sasha è stata avvistata alla Gagosian Gallery di New York per l'apertura di una mostra di Richard Phillips, che ha fatto della diva del porno la musa di un suo cortometraggio. A breve la sentiremo anche come cantante. Il 26 novembre uscirà infatti il doppio album Desertshore / The final report dei Throbbing Gristle. Il progetto della storica band industrial inglese ha iniziato a prendere forma nel 2006 dalla mente di Peter Christopherson, che decise di re-interpretare interamente l’album Desertshore di Nico del 1970. Nel 2010 Christopherson è però improvvisamente morto e i due restanti membri Cosey Fan Tutti e Chris Carter hanno deciso di completare quel lavoro chiamando alcuni vocalist a collaborare ai pezzi. Tra questi... la multiforme Sasha Grey.

Sempre su Twitter pochi giorni fa Sasha aveva mostrato il suo fine palato musicale lanciando lodi ai cinquantenni del rock New Order . Il suo corpo per molti non ha più sorprese, il suo futuro evidentemente sì.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sasha Grey, ex pornostar ormai artista... a tutto tondo - FOTO

Ha abbandonato il mondo del cinema hard. E ora punta al cinema "mainstream" e alla letteratura. Ovviamente erotica

Sasha Grey, l’ex pornostar che ha come motto "Lotta continua"

Si sentiva un’artista nei film hard, si sente un’artista adesso che ha cambiato mestiere. "Ma rimango un’estremista, nella politica e a letto"

Commenti