Cinema

Fast & Furious 7, James Wan: ecco quale era il finale originale

"Serviva a uno scopo molto diverso", rivela il regista. Ma la morte di Paul Walker ha cambiato tutto. "Quando accadde la tragedia tutto è diventato irrilevante"

Fast & Furious 7

Simona Santoni

-

James Wan ha raccolto la fortunata eredità di Justin Lin, autore di quattro episodi della saga Fast & Furious, e dal 2 aprile ci ha consegnato Fast & Furious 7, film che sta dominando il botteghino italiano e quello americano al rombo di motori. Abituato a lavorarare con mezzi contenuti e a horror come Saw - L'enigmista (2004) e L'evocazione - The Conjuring (2013), questa volta il regista malese naturalizzato australiano ha avuto per le mani un super budget di 250 milioni di dollari e soprattutto ha dovuto affrontare a metà delle riprese l'inattesa e scioccante morte di Paul Walker, uno dei protagonisti assoluti della serie. Wan ha però dimostrato di saper gestire questi eventi straordinari e di saperci fare. 

Nell'incontro con la stampa statunitense nei giorni scorsi a Los Angeles, il cineasta ha detto di sentirsi davvero sollevato dopo le prime recensioni positive su Fast & Furious 7. Ha anche rivelato come doveva originariamente essere il finale della pellicola, prima che la scomparsa di Walker sconvolgesse tutti e tutto.

 

"Quando ho sentito la notizia, ero scioccato come tutti, e mi ci sono voluti giorni per venirci a patti", ha raccontato James Wan al sito di intrattenimento Collider a proposito della morte di Walker. "Finire il film allora era l'ultima cosa che avevo in mente". E ha aggiunto: "Ma è diventato molto evidente a tutti noi che avevamo bisogno di finire questo film per onorare l'eredità di Paul e onorare in fondo la sua memoria. Andare avanti è diventato il nostro obiettivo numero uno. Come nessun'altra cosa, ci importava fare questo film per Paul".

La perdita di Paul ha portato a inevitabili cambiamenti nella sceneggiatura e a un finale ben diverso: "Il finale originale serviva a uno scopo molto diverso", rivela Wan. Volgeva quindi già lo sguardo verso Fast & Furious 8. "Il finale originale di Fast & Furious 7 era predisposto verso un universo più grande dove il franchise di Fast & Furious sarebbe potuto andare. Era molto intelligente pensare così. Ma quando accadde la tragedia tutto ciò è diventato irrilevante. Non importava più niente di tutta quella roba. Ed è merito anche dello studio, che non ha spinto per questo. Si sono resi conto di quanto fosse importante fare un film che finisse e che fosse apertamente solo un omaggio a Paul Walker".

Intanto James Wan si sta preparando a girare L'evocazione 2. Dopo una piccola pausa, inizierà le riprese entro la fine dell'anno. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fast & Furious 7, ciao Paul: 5 cose da sapere sul film

Il settimo capitolo della saga diventa un appuntamento emotivo con Walker. Tra battute evocative e corse che sfidano le leggi della fisica, il finale non può non commuovere

Fast & Furious 7, le auto del film - Foto

Dennis McCarthy, il coordinatore del reparto bolidi e muscle car, ci presenta le protagoniste a quattro ruote

Fast & Furious 7: il video del lancio dall'aereo

L'atteso film orfano di Paul Walker sarà al cinema il 2 aprile. Un assaggio di quello che ci dobbiamo aspettare

Fast & Furious 7, le foto di Paul Walker nell'ultimo film

Il settimo capitolo della saga è l'occasione per celebrare l'attore morto nel novembre 2013

Vin Diesel ci racconta Fast & Furious 7: "La posta in gioco lievita"

Soprattutto sul piano emotivo. Il volto simbolo della saga ci parla degli stunt, di Jason Statham, dell'intesa con Kurt Russell e poi...

Commenti