Simona Santoni

-

Elegante e austera, ma sempre pronta ad addolcire la sua aura British e solenne con un sorriso, Charlotte Rampling oggi compie 70 anni. Varca questa soglia con un sogno ancora da realizzare e mai stato così a portata di mano: un Oscar. Candidata all'Academy Award come migliore attrice protagonista, per la sua interpretazione in 45 anni di Andrew Haigh, dovrà aspettare il 28 febbraio per sapere se quella prestigiosa statuetta sarà sua. Intanto per la stessa performance ha vinto l'Orso d'argento a Berlino. Agli European Film Awards 2015 si è guadagnata il premio alla carriera e quello come migliore attrice europea (per lei il secondo successo dopo quello del 2003 per Swimming Pool di François Ozon).

Ha recitato anche in Italia e anzi deve la scoperta e la consacrazione a film italiani, La caduta degli dei (1969) di Luchino Visconti e il controverso e scandaloso Il portiere di notte (1974) di Liliana Cavani, dove interpreta Lucia Atherton, ebrea sfuggita allo sterminio per il rapporto ambiguo e perverso instaurato con un ufficiale nazista.

Legata nel tempo e due uomini francesi, il compositore Jean Michel Jarre e l'uomo d'affari Jean-Noël Tassez, morto l'anno scorso, tante anche le partecipazioni nel cinema transalpino, spesso alla corte di Ozon (Angel - La vita, il romanzo, Giovane e bella).
Ha lavorato con maestri europei e americani, in Stardust Memories (1980) di Woody Allen, Il verdetto (1982) di Sidney Lumet, Angel Heart - Ascensore per l'inferno (1987) di Alan Parker, Le chiavi di casa (2004) di Gianni Amelio, Melancholia (2011) di Lars von Trier.

Celebriamo i 70 anni di Charlotte Rampling con questa gallery.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Oscar 2016, tutte le nomination: Morricone in corsa

Dopo il Golden Globe, il compositore italiano punta all'Academy Award. "Revenant - Redivivo" il film con più candidature (dodici)

Commenti