Nazionalizzare Tim? Stato e telecomunicazioni, brutto connubio
Ansa
True
Nazionalizzare Tim? Stato e telecomunicazioni, brutto connubio
Politica

Nazionalizzare Tim? Stato e telecomunicazioni, brutto connubio

True

Negli ultimi tempi si è riacceso il dibattito sulla creazione di una nuova Iri, che oggi sarebbe impersonata dalla Cassa depositi e prestiti. Una discussione stimolata dal ruolo sempre più tentacolare del fondo sovrano, coinvolto in Alitalia, in Aspi (autostrade), nella governance delle reti (Tim-Open Fiber) e probabilmente nella nuova proprietà di Borsa Italiana, oltre che maggiormente utilizzata come polmone finanziario anche per le piccole-medie imprese. Tuttavia, spesso si dimentica che l'Iri, fondato nel 1933, nasceva per fronteggiare una crisi economica globale che aveva portato le maggiori banche italiane, troppo intrecciate alle partecipazioni di controllo delle grandi industrie, sull'orlo del fallimento.

Inchieste

Le sette missioni perdute

Dall'Asia all'Africa, migliaia di soldati italiani sono in aree di gravi tensioni. Oltre ai costi, il problema è un mandato confuso. Che rende più debole il ruolo del nostro Paese e vulnerabili le forze sul campo.

Continua a leggere Riduci
Inchieste

Sorpasso in autostrada

Il gruppo Gavio si sta rafforzando in Italia e nel mondo come il secondo operatore globale. E ora attende l'esito della cessione di Atlantia a Cdp per raccogliere qualche buon boccone e diventare il nuovo re delle grandi arterie d'asfalto al posto dei Benetton. Tutto bene? Qualche spina punge, a partire dall'«infinita» Asti-Cuneo.
True