Libia: il bottino da spartire
Scontri fra le forze di Serraj e le milizie di Haftar attorno all'aeroporto di Tripoli il primo giugno 2020 (Anadolu/Getty Images).
True
Inchieste

Libia: il bottino da spartire

Il Paese, dilaniato dagli scontri tra le forze del presidente Fayez al-Serraj e quelle del generale Khalifa Haftar, fa gola alla Russia di Vladimir Putin e alla Turchia di Recep Tayyip Erdogan per le sue risorse nella Cirenaica. E l'Italia? Sempre rimasta ai margini di operazioni belliche e trattative, ora rischia una nuova ondata di migranti.

Potrebbe anche interessarti