Televisione

Pechino Express 2, fuori i Cesaroni e la Marchesa fa il 'botto'

Micol Olivieri e Niccolò Centioni sono i primi eliminati. Ma la scena è tutta per la Marchesa d'Aragona

Centioni e Olivieri

I due attori de I Cesaroni, Niccolò Centioni e Micol Olivieri, sono i primi due eliminati della seconda edizione dell'adventure game – Credits: (Ufficio Stampa)

Giusto il tempo di “gustarsi” le prime due tappe vietnamite e già i 'cuccioli' di Pechino Express 2 sono stati fatti fuori dal gioco. Micol Olivieri e Niccolò Centioni – i due giovani attori de I Cesaroni – sono infatti i primi eliminati dell’adventure game di Rai Due, che ha esordito domenica con ottimi ascolti e ieri bissato con una seconda gustosa puntata (dalla prossima settimana torna stabile il lunedì sera). Facciamo il punto sui protagonisti e sul conduttore.

I PRIMI ELIMINATI. Il duo Cesaroni lascia dunque subito il programma e non ne sentiremo la mancanza. La coppia parte bene, ma si rivela stramba e poco affiatata – “Lui non è maturo per questo viaggio” sentenzia lei un po’ maestrina. Tra autostop falliti e prove non superate, scoppiano scintille che sul lungo periodo sarebbero sfociate in litigate saporite (per gli spettatori). Bye bye Cesaroni, ci rivediamo alla Garbatella.

EVVIVA LA MARCHESA. Daniela Del Secco d’Aragona per molti (ma non per gli appassionati del Cafonal di Dagospia) era pressoché una sconosciuta fino a domenica. A distanza di due giorni è già una celebrità, almeno sul web. La nobildonna romana, che viaggia scortata dal fido maggiordomo Gregory (finora assai muto), è tutta un “I’m a movie star” e “I’m a royal family”. Che ripete all’infinito muovendo le mani come una diva del cinema muto. E nonostante l’inglese da brivido, riesce sempre nell’impresa di scroccare un passaggio o a convincere i poveri malcapitati ad ospitarla in casa per la notte. Cade in acqua per errore? Ne riemerge con la messa in piega inalterata. Passa la notte su materassi di fortuna? Sì, ma al filo di perle non rinuncia mai. Mettono l’aglio nelle minestre? “Non lo condivido”, dice basita. “Evviva la Marchesa d’Aragona, è bella tanto buona e generosa”, canta entusiasta. Stracult. Un po’ Marina Morgan, un po’ Tina Cipollari.

COSTANTINO C’E’. Emanuele Filiberto chi? Non uno che rimpianga la conduzione tendenza blasé del principino. Costantino della Gherardesca convince tutti (persino il temutissimo Aldo Grasso), forse anche grazie agli autori, che non lo imbrigliano in testi ingessati ma scelgono toni ironici e saporiti che più gli si addicono. Bravò!

GRIMILDE CLERY. Nelle prime due puntate chi ne esce con l’immagine a pezzi è Corinne Clery. Non che faccia qualcosa per risultare simpatica, va detto: strapazza il fidanzato toy boy Angelo, gli intima di tacere (“Io ho sempre il maestrino dietro”) e lo strattona, ma poi fa la gelosa quando lui s’avvicina a parlare con le concorrenti modelle Francesca Fioretti-Ariadna Romero (belle e affiatate, non c’è che dire). Il sex symbol s’è trasformata in Grimilde. Peccato.

GLI SPORTIVI E GLI AMICI. Se la Marchesa biascica un inglese stentato, gli altri non è che la cavino meglio. Si salvano giusto gli olimpionici Alessandra Sensini-Massimiliano Rosolino (sense of humor partenopeo molto piacevole, il suo), finora un po’ sottotono. Ma c’è chi nemmeno si sforza e punta direttamente sul romanesco verace, come il campione di arti marziali Alessio Sakara (il bono del cast, che piace alle donne e manda in visibilio i gay) supportato dall’amico Stefano Venturini (simpatia, questa sconosciuta). "What american boy" (cit. Alberto Sordi).

CIAVARRI E LAUREATI. Decisamente amabili i nip del gruppo, il duo di laureati Laura Caratelli e Daniel Moreno Mendoza: si calano nel gioco, battagliano per le sfide, mostrano grinta e voglia di restare in gara. Tanto che la Marchesa li preferisce ai Cesaroni, salvandoli dall’eliminazione. Low profile la coppia Massimo e Paolo Ciavarro: il padre per ora pare un po’ ingessato, il figlio invece sfoggia sorrisoni timidi e ironia. Belli che ballano.   

© Riproduzione Riservata

Commenti