Andrea Dovizioso
MotoGP

MotoGP, Mugello: vince Dovizioso, terzo Petrucci, Rossi è quarto

Al GP d'Italia la Ducati piazza due moto sul podio. Viñales, secondo, allunga in classifica, Valentino è ancora terzo

Era dal 2009, con Stoner, che una Ducati non vinceva la gara di casa: il merito di avere riportato la "rossa" sul gradino più alto del podio va ad Andrea Dovizioso, impeccabile sulla pista del Mugello. Terzo nelle qualifiche, "Dovi" si presenta sulla griglia di partenza in condizioni fisiche non perfette per colpa di un'intossicazione alimentare. Il ducatista parte bene e si porta al comando, poi allunga e vince con oltre 1 secondo su Maverick Viñales. Grazie alla vittoria, la sua seconda con la Ducati, il forlivese conquista il secondo posto nel ranking mondiale con 79 punti, alle spalle di Viñales (105 punti).

Danilo Petrucci, l'outsider di Borgo Panigale

Il ternano, classe 1990, è la rivelazione del Mugello. Ma non troppo: se il fuoripista vietato durante le qualifiche gli aveva fatto perdere la prima fila, in gara il rider del team satellite Octo Pramac Racing sfrutta al massimo la sua Desmosedici ufficiale ed è autore di una rimonta straordinaria: dalla casella 9 Petrux sale fino al terzo posto e conquista il secondo podio della carriera nella MotoGP.

Le altre Ducati (e l'ex Iannone)

Quando i semafori si spengono, Jorge Lorenzo è una fionda e prende la testa della gara due volte; poi, però, il suo passo rallenta e termina ottavo. Il feeling del maiorchino con la Desmosedici sembra migliorare di tappa in tappa, ma il 3 volte campione della MotoGP continua ad avere problemi a gestire la moto. Oltre a Petrucci, in sella a una "rossa" identica alla sua, fa meglio di lui Álvaro Bautista, quinto, della scuderia privata Pull&Bear Aspar, che guida una Ducati GP16. Anche Michele Pirro disputa un GP eccellente: il collaudatore di Borgo Panigale scende in pista con una wild card e conclude nono, alle spalle di Lorenzo e davanti ad Andrea Iannone. Per l'ex ducastista, ora rider del team Suzuki Ecstar continua il periodo difficile: non ancora a suo agio sulla GSX-RR, "The "Maniac" è stato colpito da un virus intestinale che lo ha messo ko.

Il "Dottore" non molla

Anche Valentino Rossi non è in forma fisica smagliante: risente dei traumi per la caduta in allenamento di motocross, eppure nelle qualifiche conquista la seconda posizione. In gara resta sempre con i migliori, ma cede a Petrucci e finisce quarto. Il risultato del Mugello non compromette la classifica generale: "Vale" rimane terzo, a  75 punti, 4 meno di Dovizioso.

Una domenica tricolore

Il weekend toscano è da incorniciare per gli italiani, che vincono tutte e 3 le gare del Motomondiale. Apre la festa Andrea Migno, davanti a Fabio di Giannantonio per 37 millesimi, nella Moto3, poi a trionfare è Mattia Pasini nella Moto2, quindi tocca ad Andrea Dovizioso alzare il trofeo più pretigioso, quello della classe regina.

© Riproduzione Riservata

Commenti