FBL-EUR-C1-ROMA-LEVERKUSEN
Calcio

Roma-Bayer Leverkusen 3-2: vittoria col batticuore

Gara emozionante come all'andata: prima Salah e Dzeko, poi la rimonta tedesca. Pjanic su rigore nel finale alimenta il sogno qualificazione

Roma-Bayer Leverkusen 3-2 (2' Salah, 29' Dzeko, 46' Mehmedi,51' Hernandez, 80' Pjanic RIG)

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi (dal 56' Maicon, dal 76' Torosidis), Manolas, Rudiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Gervinho (dal 67' Iturbe), Dzeko, Salah. Allenatore. Rudi Garcia

BAYER LEVERKUSEN (4-4-2): Leno; Donati, Tah, Papadopoulos, Wendell; Mehmedi (dall'88' Brandt), Toprak, Kampl, Calhanoglou; Kiessling (dal 46' Bellarabi, dal 73' Kramer), Hernandez. Allenatore: Roger Schmidt

La Roma torna padrona del proprio destino in Champions League con una partita folle ed emozionante, dominata all'inizio, gettata via e ripresa per i capelli nel finale. Il 3-2 dell'Olimpico consente ai giallorossi di scavalcare il Bayer Leverkusen nel girone, alle spalle del Barcellona. Adesso alla Roma servirà non sbagliare in casa contro il Bate Borisov e sperare che il Barcellona faccia il suo dovere nell'ultima in terra di Germania.

Gara incredibile, che la Roma avrebbe potuto chiudere già nel primo tempo quando il Bayer le ha concesso spazi assurdi per il contropiede. Il 2-0 dell'intervallo sembrava, comunque, una garanzia e invece si è rivelato un piedistallo fragile perché è bastato l'inserimento di Bellarabi (tenuto incredibilmente fuori da Schmidt) per ribaltare la partita. 

A quel punto, con un copione simile a quello dell'andata a Leverkusen, la squadra di Garcia ha sbandato pericolosamente ma si è ritrovata appena in tempo: rigore ed espulsione di Toprak. Pjanic non ha sbagliato e così la Roma può festeggiare. 

 

Primo tempo

Serata ideale per una partita di calcio all'Olimpico. Nessuna sorpresa nella formazione della Roma col rientro di De Rossi e il tridente schierato da Garcia: Gervinho-Dzeko.

2' - Vantaggio della Roma con Salah che approfiotta di un contropiede con davanti 50 metri di campo e batte Leno. Incredibile leggerezza tattica dei tedeschi che hanno lasciato alla Roma una ripartenza a campo aperto

3' - Uscita di Leno che rischia tanto col rinvio sulla schiena di Dzeko: palla che esce sul fondo

15' - Gervinho in fuorigioco di qualche centimetro su lancio di Nainggolan: decisione al limite

21' - Punizione di Pjanic da oltre 30 metri: tiro centrale anche se potente, si abbassa ma non impensierisce Leno

24' - Resta a terra dolorante Florenzi colpito alla testa da Toprak: non c'è nulla di volontario da parte del giocatore del Bayer ma è solo la foga dell'intervento

29' - Passaggio filtrante di Nainggolan per Dzeko che sul filo del fuorigioco buca centralmente la difesa del Bayer e batte con un rasoterra Leno. Dzeko non segnava in Champions League dal novembre 2013

30' - Incredibile errori di Dzeko a porta quasi vuota su assist di Salah: la Roma si era trovata con tre uomini in condizione di concludere l'ennesimo contropiede a campo aperto. Difesa del Bayer imbarazzante

40' - Colpo al volo di Hernandez su un traversone sulla destra di Donati, ma Szczesny è sicuro nel bloccare il pallone

44' - Altro incredibile contropiede con Salah che sbaglia l'ultimo passaggio in situazione di tre contro uno, con Dzeko e Gervinho solissimi in area di rigore

47' - Traversone di Florenzi su punizione e Rudiger manca di un soffio l'appuntamento con la deviazione decisiva

Primo tempo dominato come occasioni dalla Roma, che ha sfruttato il campo lasciato dal Bayer per le sue devastanti ripartenze. L'unico neo è non essere riusciti a chiudere la gara segnando il terzo gol malgrado le chance per Dzeko e Salah.

Secondo tempo

Il Bayer Leverkusen sostituisce Kiessling, assolutamente deludente nel primo tempo, con il grande escluso Bellarabi. Nessun cambio per la Roma

46' - Gol subito del Bayer Leverkusen: palla tenuta in gioco da Kampl e rimessa in mezzo dove Mehmedi la gira con una conclusione che sorprende Szczesny

Roma colpita a freddo, ma c'è un dubbio sulla partenza dell'azione perché Bellarabi salva un pallone sulla linea laterale prima di scaricarlo a Kampl. Dentro o fuori? Le immagini non chiariscono immediatamente e bisogna ricordare che, per essere fuori, una palla deve avere interamente superato la linea

51' - Pareggio di Hernandez con un diagonale che batte Szczesny sul secondo palo. Attaccante servito in posizione regolare perchè Florenzi sbaglia la linea del fuorigioco

54' - Calhanoglou fermato per un fuorigioco millimetrico ma che c'è

58' - Grave errore di Digne che innesca il contropiede del Bayer Leverkusen: Hernandez scivola mentre entra in area di rigore solo e consente il ritorno di Manolas

59' - Mehmedi si presenta a tu per tu con Szczesny e scarica il destro a colpo sicuro: respinta del portiere polacco

62' - Azione confusa in area tedesca con Rudiger e Dzeko che vanno a terra: proteste della Roma. I due difensori del Bayer sicuramente perdono tempo e marcatura e si aiutano con le braccia per non consentire ai due romanisti di concludere a colpo sicuro. Karasev fa proseguire e si prende una grande responsabilità, perchè i contatti ci sono e paiono fallosi

65' - Conclusione di Salah dal limite dell'area di rigore: colpisce il pallone in maniera un po' strozzata e non riesce a dargli né forza né precisione

69' - Destro di prima intenzione di Nainggolan, liberato da un rimpallo al limite dell'area di rigore, ma la palla vola via altissima sulla traversa di Leno

72' - Bellarabi mette in mezzo un pallone, Szczesny anticipa in uscita bassa Hernandez e perde il pallone: c'è, però, un colpo dell'attaccante e Karasev fischia fallo

78' - Rigore per la Roma: su un batti e ribatti nell'area piccola Salah viene spinto da Toprak mentre sta per segnare a porta vuota. karasev decide per il cartellino rosso e vede benissimo

80' - Gol di Pjanic su rigore: destro violento che Leno intuisce ma non riesce a intercettare

91' - Hernandez pescato in fuorigioco. Segnalazione corretta da parte dell'assistente di Karasev perchè il Chicharito era rimasto al di là della linea dei difensori giallorossi

92' - Altra chiamata millimetrica su Hernandez che ha un piede avanti rispetto a Manolas

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti