Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Milan-Juve, non sbagliate arbitro: Rocchi (o al massimo Rizzoli)

Dopo le polemiche match ad alto rischio. Il toscano sarebbe l'ideale ma dirige Real-City. Su Rizzoli pesano gli errori pro-Juve da giudice di porta

Gli arbitri Nicola Rizzoli e Gianluca Rocchi – Credits: La Presse

Questa volta il designatore Braschi non può sbagliare. Niente errori per Milan-Juventus che rappresenta il clou della 14° giornata e una miccia innescata sul sentiero di un campionato già troppo squassato dalle polemiche per le direzioni arbitrali. Questa volta non ci potranno essere scelte a sorpresa come fu il derby di Milano assegnato a Valeri (poi rivelatosi inadeguato) e bisognerà stare molto attenti a non scivolare su qualche buccia di banana. Il bivio è scivoloso. Fin qui la squadra arbitrale di serie A ha dimostrato di essere capace di rialzarsi dopo le giornate più difficili e serve una prova d'orgoglio.

MILAN-JUVE A RISCHIO - Ecco perché la sfida di San Siro tra Milan e Juventus, pur non avendo riflessi immediati di classifica per il divario attuale tra i due club, è ad altissimo rischio. Gli occhi di tutti saranno puntati sulla direzione di gara. Cosa accadrebbe in presenza di un errore pro-Juve? O, al contrario, quale sarebbe la reazione a Torino in caso di danneggiamento? Meglio non rischiare e allora la rosa dei candidati a gestire questa partita è limitatissima tanto da poter essere ristretta a due soli nomi: Gianluca Rocchi e Nicola Rizzoli. Oltre non si va. Sono i due pre convocati per il Mondiale 2014. Il meglio che attualmente c'è in Italia.

ROCCHI L'IDEALE, MA LA CHAMPIONS... - Se Braschi vuole andare sul sicuro scelga Rocchi. La sua stagione sin qui è stata perfetta ed è un crescendo. Un anno fa era un arbitro perso ad alti livelli dopo i disastri in Inter-Napoli e Bologna-Milan. E' stato protetto e rilanciato. E' internazionale al livello top come dimostra la fiducia che Collina ha conservato in lui anche nei momenti peggiori. E' in rampa di lancio e la designazione per Real Madrid-Manchester City lo testimonia al meglio.

In questo campionato ha diretto già 6 gare e sempre bene. E' tornato a fischiare il Milan a Parma (29 settembre) e la Juventus contro il Genoa (16 settembre). Braschi ha affidato a lui il delicatissimo derby Lazio-Roma e la prova è stata superata di slancio malgrado le difficili condizioni del terreno di gioco: espulsione senza esitazioni per De Rossi, solo un dubbio sul gol di Lamela. Voti alti e applausi.

Insomma è l'arbitro in condizioni migliori del momento. Nell'ultimo turno ha riposato e ha come unico limite che la partita di Champions di mercoledì potrebbe togliergli energie e concentrazione, ma già dopo Barcellona-Celtic (martedì) Braschi lo utilizzò su Samp-Cagliari. I suoi precedenti sono rassicuranti con entrambe le squadre e ha diretto Milan-Juve già due volte (aprile 2008 e ottobre 2010) con due successi juventini. Non è certamente sgradito al Milan.

RIZZOLI IL FAVORITO, MA A CATANIA... - Il ragionamento sulle fatiche di Champions porta dritti al nome di Rocchi che in questo turno europeo sta fermo e non ha arbitrato nemmeno nell'ultima di campionato dove è stato giudice di porta per Siena-Pescara. Anche lui ha 6 gettoni in serie A e da arbitro centrale non ha avuto problemi. Ha diretto Juventus-Roma 4-1 (6° giornata) e Palermo-Milan 2-2 (10° giornata) che arrivava subito dopo i disastri di Catania.

E qui sta il problema per Rizzoli. In questa stagione è stato al centro di polemiche quando ha fatto il giudice d'area e sempre con la Juventus coinvolta. E' successo nella finale di Supercoppa a Pechino (rigore fatto concedere ai bianconeri e discusso sul 2-1), in Udinese-Juventus (ha fatto espellere Brkic ingiustamente in avvio di gara) e a Catania, dove ha innescato l'errore di Maggiani segnalando il tocco in area di Lodi sul gol annullato per errore a Bergessio.

Seppure sottovoce qualche club lo considera troppo pro-Juve. Ovviamente è un'assurdità come dimostra il ruolino con i bianconeri: 20 presenze, 7 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte. Con il Milan è a quota 25 (13/3/9). Però la sua designazione potrebbe lasciare aperto il fianco a qualche polemica post gara in caso di errori. Rizzoli ha comunque una solidissima esperienza di big match: l'anno scorso ha fatto Juve-Milan 2-0 (2 ottobre 2011), Milan-Napoli 0-0 (espulsione Ibra) e Inter-Milan 4-2. Ha nel palmares diverse finali anche a livello internazionale e complessivamente tre sfide tra Milan e Juventus con 2 vittorie Juventus e una Milan.

Se non fosse per quelle macchie da sesto uomo sarebbe perfetto. Però quegli episodi e quegli errori ci sono stati e allora Braschi dovrà essere coraggioso. L'uomo giusto è Rocchi e se proprio non si potrà fare causa impegni internazionali si designi Rizzoli circondandolo del miglior team possibile. Nessuna sorpresa, però. Gli altri sono out compreso il lanciatissimo Orsato che nell'ultima giornata ha diretto Juventus-Lazio.

Seguimi anche su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>