Serie A al via: ecco le nostre previsioni sulla griglia di partenza

A pochi giorni dall’inizio del campionato le squadre di Serie A scaldano i motori in vista della nuova stagione. Con un mercato che può riservare ancora colpi importanti, soprattutto per le grandi, la griglia di partenza può essere già presentata…Leggi tutto

Il Milan campione d'Italia 2010/2011 (ANSA)

Il Milan campione d'Italia 2010/2011 (ANSA)

bar sportA pochi giorni dall’inizio del campionato le squadre di Serie A scaldano i motori in vista della nuova stagione. Con un mercato che può riservare ancora colpi importanti, soprattutto per le grandi, la griglia di partenza può essere già presentata sullo stile di un vero e proprio Gran Premio di Formula 1. I rossoneri di Massimiliano Allegri sembrano ancora superiori alle inseguitrici mentre il divario tra le cinque sorelle della serie A e le ambizioni di Preziosi e De Laurentiis sembra sempre più sottile.

1° Milan - I campioni d’Italia partono in pole position. L’addio di Pirlo sembra essere stato assorbito grazie anche all’ottima condizione fisica di Kevin Boateng che ha appena rinnovato il suo contratto fino al 2014. Gli arrivi di Mexes e Taiwo hanno rafforzato il reparto arretrato e l’arrivo di mister x (con tutta probabilità Aquilani) può fornire ulteriori alternative a centrocampo.

2° Juventus - La nuova squadra di Conte sta ancora limando l’aspetto tattico ma sin dalle prime uscite stagionali si è capito che i bianconeri potranno dare filo da torcere a tutti. Oltre all’arrivo di Andrea Pirlo questa potrebbe essere una stagione importante per Mirko Vucinic che già nelle amichevoli estive ha mostrato un rinnovato feeling con il gol. Vidal piace ma cerca ancora una posizione precisa in campo, si attende un colpo dell’ultima ora per l’esterno sinistro.

3° Inter - Gasperini sta rivivendo gli stessi problemi di Benitez nella scorsa stagione. I rinforzi mancano e dopo la cessione di Eto’o la squadra è fortemente indebolita. Gli ultimi giorni di mercato serviranno per risolvere i buchi nel reparto offensivo che con il 3-4-3 ha bisogno di attaccanti sullo stile di Lavezzi, Palacio e Tevez. Aver scongiurato la partenza di Sneijder assicura però stabilità nel gioco, la terza posizione nella griglia è d’obbligo.

4° NapoliLa formazione di Mazzarri è ormai una solida realtà del campionato. Dopo la splendida scorsa stagione De Laurentiis ha rinforzato la rosa con arrivi di qualità e l’intenzione del club è quella di migliorare i risultati conseguiti nel 2010/2011. Britos, Inler e Santana rappresentano la continuazione di un progetto che sta prendendo il volo.

5° Lazio - Reja ha fatto pace con i tifosi e Lotito gli ha messo a dispozione nuovi acquisti di caratura europea. Cissè, Klose ed Hernanes costituiscono uno degli attacchi più interessanti del torneo e l’arrivo di Marchetti e Konko sembra poter assorbire bene le partenze di Muslera e Liechtsteiner, l’obiettivo è la zona Champions League.

6° RomaIl progetto di DiBenedetto è partito non senza perplessità. La voglia di vincere ha portato sulla panchina giallorossa l’esordiente Luis Enrique e tanti giovani di prospettiva. I dubbi sull’inesperienza dei protagonisti sono però tutt’altro che teorie. L’epurazione annunciata di Borriello (che giocando 15 minuti in Europa League ha perso valore)e i dissidi tra Totti e il nuovo tecnico lasciano presagire un’annata difficile e di transizione.

Antonio Di Natale vince da due anni la classifica dei cannonieri (ANSA)

Antonio Di Natale vince da due anni la classifica dei cannonieri (ANSA)

7° Udinese - La formazione rivelazione dello scorso anno ha perso i giocatori più rappresentativi di ogni reparto. Zapata, Inler e Sanchez sono stati rimpiazzati con giovani scommesse che il club friulano è però abituato a vincere. La certezza è l’impianto di gioco dei bianconeri, una realtà tattica che grazie all’equilibrio e al genio sempreverde di Di Natale può confermarsi nuovamente come sorpresa.

8° Genoa - I rossoblu sono la squadra che sul mercato si è mossa di più. L’arrivo possibile di Gilardino farebbe salire il grifone di almeno due posizioni nella griglia di partenza ma già così la squadra di Malesani è rafforzata in ogni reparto. Da Ze Eduardo a Pratto passando per Birsa e Seymour resta da capire come i neo acquisti si caleranno nella realtà della Serie A.

9° Palermo - Dopo la partenza di Pastore il clima che si respira in Sicilia non è dei migliori. Zamparini ha minacciato le dimissioni dopo le contestazioni del pubblico annunciando anche di aver pronti tre acquisti importanti. Pioli è già nell’occhio del ciclone ma i rosanero hanno giocatori di qualità come Ilicic, Miccoli ed Hernandez che possono puntare alla zona Europa.

10° Fiorentina - La formazione di Mihajlovic perde i suoi pezzi più importanti ma il ritorno di Jovetic e gli acquisti mirati dell’ultima ora potrebbero rendere i viola una potenziale outsider. Lazzari si è calato ottimamente nella sua nuova realtà e se Cerci dovesse rimanere a Firenze Sinisa potrebbe puntare tutto su Jovetic e Maxi Lopez (se Gilardino va via) per continuare il progetto dei Della Valle.

11° Cesena - Il presidente Campedelli ha festeggiato l’inaspettata salvezza con acquisti di prestigio. La coppia d’attacco Mutu – Eder è una delle più interessanti della nuova stagione e gli arrivi in ogni reparto hanno alzato di molto il prestigio e la forza del club. Giampaolo può essere l’uomo giusto per centrare la salvezza e scrivere una nuova pagina di storia dei bianconeri romagnoli.

Adrian Mutu in azione con la maglia del Cesena (ANSA)

Adrian Mutu in azione con la maglia del Cesena (ANSA)

12° ParmaTrattenere Giovinco è stato l’acquisto più importante della formazione di Colomba. Sono arrivati molti giovani interessanti come Pellè e Borini ma Ghirardi lavora sodo per regalare ai tifosi il sogno più grande, Amauri. E’ tornato Biabiany sulla fascia mentre in difesa Santacroce vuole provare a ripercorrere la carriera di Cannavaro.

13° Bologna - Davanti Diamanti, Acquafresca e Di Vaio potrebbero far divertire il pubblico del Dall’Ara con giocate all’altezza del blasone rossoblù. Dopo due salvezze in extremis e la scorsa stagione folle tra alti e bassi gli uomini di Bisoli cercano la salvezza anticipata per poi poter ambire alla parte sinistra della classifica.

14° Chievo Verona – I clivensi hanno operato con intelligenza sul mercato rafforzandosi con gli arrivi di Cruzado, Hatemaj e Paloschi. Se nel finale dovesse riuscire il colpo Caracciolo Di Carlo si ritroverebbe con una delle formazioni più competitive degli ultimi anni.

15° Siena - Restano le incognite sulla forza dell’attacco senese ma il club di Mezzaroma si è rinforzato con D’Agostino, Gazzi, Contini e Destro. Sannino è un allenatore d’esperienza ma la prima volta in Serie A con un obiettivo difficile come la salvezza potrebbe rivelarsi più complicato del previsto. I bianconeri aspettano un ultimo rinforzo in attacco dopodichè inizierà una stagione che si preannuncia dura.

16° Catania - Montella è pronto per la sua nuova avventura. Il Catania si sta rafforzando con i soliti acquisti dal sudamerica al quale si aggiunge David Suazo, epurato dal Cagliari quando l’accordo era ad un passo. Gli arrivi di Almiron e Konè potrebbero rappresentare la ciliegina sulla torta, ma la salvezza sarà comunque una battaglia.

17° Cagliari - Dopo la partenza di Matri e Lazzari e il mancato ritorno di Suazo la formazione isolana sembra allo sbando. Esonerato Donadoni a pochi giorni dall’inizio del campionato è arrivato Ficcadenti. A lui spetta il difficile compito di salvare una squadra indebolita e con gli sconosciuti Ibarbo e Thiago Ribeiro come unici arrivi.

18° Lecce – Di Francesco si ritrova tra le mani una formazione piena di giovani speranze e vecchie glorie al tramonto della carriera. Se il Salento dovesse fare su di loro l’effetto Di Michele le speranze di salvezza dei tifosi giallorossi potrebbero moltiplicarsi.

19° Atalanta - Partire con 6 punti di squalifica complica non poco la corsa salvezza degli orobici. I rinfozi non sono arrivati fatta eccezione per il solo Lucchini e per Moralez in avanti. Colantuono aspetta gli ultimi giorni di mercato nella speranza di ottenere un attaccante di peso, i tifosi sognano Trezeguet ma nel frattempo il campionato sta per iniziare e la formazione di Percassi è tra le principali indiziate per la retrocessione.

20° Novara - La cenerentola piemontese arriva nella massima serie dopo oltre 50 anni e si presenta con una squadra che sulla carta ha poco da dire. L’attacco con Meggiorini e Morimoto non sembra in grado di garantire una salvezza che per i bookmakers ha la stessa quota di quella del Treviso nella stagione 2005/2006. Si attendono sorprese.

© Riproduzione Riservata

Commenti