Sport

Bellissime le Olimpiadi, peccato siano ad agosto...

L'astronave televisiva è pronta a decollare. Mancano meno di due settimane a Londra 2012...più o meno quanto manca agli italiani per andare in vacanza

Scusate, quanto valgono le Olimpiadi in tv?  le ha pagate un’ottantina di milioni e dopo averle pompate per mesi, fin da quando a terra a Milano c’era ancora la neve, ora si prepara a far partire una macchina fantasmagorica.

Gli abbonati potranno vedere tutto, dal primo lancio del peso di un bulgaro nelle qualificazioni, alla finale dei 100 metri con Usain Bolt (o chi per lui, viste le ultime notizie che arrivano dal clan del Fenomeno) che viene ad esultare sul tappeto davanti al vostro divano, grazie al 3D, per chi ce l’ha.

E per chi non ce l’ha, comunque e sempre l’HD che è un gran bel vedere, con le pieghe delle magliette che si possono toccare e le stille di sudore che si contano, rivolo per rivolo. Dodici canali dedicati. La mostruosità di 1600 ore di programmazione, quando a Pechino ne abbiamo viste – o avremmo potuto vederne – la metà sulla Rai. La possibilità di scegliere con un click: ciclismo su pista o ginnastica? Tiro a volo o beach volley? Nulla che non si possa vedere e anche per i guardoni più spinti la possibilità di programmarsi eventi esotici.

Non avete idea di quanta gente ci ha chiesto di Argentina-Serbia, meravigliosa partita del primo turno di basket ad Atene 2004: canestro decisivo di Ginobili cascando fuori dal campo mentre suonava la sirena. L’abbiamo vista una mattina perché eravamo là, dopo un Italia-Nuova Zelanda che abbiamo dimenticato subito. Ora cadono tutti i veli dello sport olimpico: nulla sarà più proibito, dietro pagamento del canone di abbonamento. Come è giusto che sia, perché non sta scritto da nessuna parte che lo spettacolo dello sport debba essere per forza gratis. Ma questo è un altro discorso, lungo, che magari faremo insieme un’altra volta. E la Rai, mamma olimpica fino ad oggi?

La Rai, come ai Mondiali tedeschi, raccoglierà ciò che casca dalla tavola reale, condendo le briciole con l’olio di dodici ore di diretta al giorno sul 2, tra chiacchiere, studi e notiziari e con RaiSport1 in sinergia stretta per la diretta dei principali eventi. Che comunque si vedranno tutti e in chiaro. A conti fatti 200 ore di diretta, tutto compreso, prendere o pagare (a Sky).

I bambini sono la voce della verità: vi interessa vedere le Olimpiadi in tv? Femmina 13 anni: sì le finali, dell’atletica, del nuoto, della pallavolo se c’è l’Italia… Maschio 11: sì voglio vederle tutte, se non sono a fare il bagno o a giocare a biglie con gli amici… Poi ci sono i malati, adulti, che non fanno tanta statistica. E quelli normali che il prossimo agosto conteranno i soldi nel portafoglio e capiranno quanti gelati e quante uscite in pedalò si possono permettere, nelle ferie del Profondo Rosso.

E’ chiaro che da una parte c’è un’astronave pronta a partire per stazionare in orbita sui cieli di Londra, spettacolo mai visto prima. Dall’altra una bicicletta nera, vecchia e pesante, senza moltipliche, nell’agosto del Governo Monti, del sangue più che delle lacrime, del momento in cui se trovi una sterlina d’oro per casa corri a venderla che magari ci paghi una bolletta o un paio di bermuda nuovi. Possiamo andare avanti a fare tutte le considerazioni sociologiche che volete, è pure divertente. Ma è più utile sentire il parere di uomini della televisione e dei media in genere, senza fare dei nomi che tanto non serve.

Bellissime le Olimpiadi, peccato che siano ad agosto, vi rispondono in coro. Quando molte tv sono spente, quando le radio urlano canzoni da spiaggia, quando sui giornali sotto l’ombrellone tira più un pelo di Fico (Raffaella) che un carro di Phelps. E non stiamo dicendo che sia bello e giusto così. Meravigliose le Olimpiadi. Il più grande spettacolo del mondo specie sotto il Big Ben. Noi saliremo sull’astronave. Ma è l’estate dei troppi pensieri per capire quanto mare possiamo ancora permetterci. E in fondo una bici nera per fare un giro la sera in mezzo ai campi di grano può pure bastare. Pazienza se si sentiranno solo i grilli, invece di Caressa che fa le telecronache del nuoto. Pazienza. O no?

© Riproduzione Riservata

Commenti