Altri sport

Nadal, leggenda agli Us Open

Sconfitto Djokovic, 13° Slam della carriera e ora il ritorno al numero 1 del ranking è a un passo - L'incredibile punto in 54 scambi! - La rivalità con Djokovic

Rafa Nadal è tornato re di New York, ha vinto gli Us Open 2013, conquistato il 13° titolo in un torneo Slam della sua carriera e ora è a un passo dall'impresa di salire nuovamente sul tetto del mondo. A 27 anni e dopo aver superato la crisi di un grave infortunio al ginocchio che lo aveva costretto a ricominciare quasi da zero. Una leggenda che a Flushing Meadow si è arricchita di un nuovo capitolo nella finale conquistata davanti al grande avversario Nole Djokovic: 6-2 3-6 6-4 6-1.

E' stata una battaglia tra giganti dalla quale è uscito vincitore lo spagnolo, imbattibile in questa stagione sul cemento dopo essere stato il dominatore della terra rossa. Quella contro Djokovic è la 22° vittoria consecutiva su questa superficie di una stagione da sogno, coronata da 10 titoli Atp. Mai in passato era riuscito in tanto il maiorchino, giunto alla vittoria numero 60 di una carriera che promette ancora soddisfazioni.

La finale è stata emozionante. Nadal è scappato via nel primo set senza lasciare scampo a Djokovic, conquistando un break subito sul 2-1 e volando fino al 5-2 prima di chiudere. Nel secondo set il serbo ha scatenato tutto il suo talento. Ha tolto il servizio a Nadal (con uno scambio lungo 54 colpi che entra nella storia del tennis) e poi è riuscito a difendere il vantaggio fino al 6-4. La partita è girata all'inizio del terzo set, con Nole avanti 2-0 (break) e con a disposizione la palla per il 3-0: errore, controbreak e poi Nadal capace di salvare altre 4 palle che avrebbero consentito all'avversario di salire sul 5-4 e servire per il set. Errori pesanti e l'ultimo black out ha mandato avanti Nadal: 6-4.

Anche nell'ultima partita il serbo ha 'bucato' nei momenti chiave, comprese 3 palle break consecutive in apertura di set. Regali che non si possono concedere al Nadal duro e imbattibile di questo 2013. Applausi anche per Djokovic. Il tennis mondiale oggi sono questi due ragazzi capaci di dominare con continuità. Nole nel 2011 sembrava senza avversari: 27 match Slam conquistati su 28: poi è arrivato Rafa. Anzi, è tornato. Vamos.

© Riproduzione Riservata

Commenti