Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Altri sport

Basket serie A: il tabellino della 7a giornata

Varese sempre capolista, mentre Milano cade ancora una volta in casa contro Venezia. Bene Sassari e Cantù, Siena passa a Roma

Bobby Brown in difesa contro Jordan Taylor: il play di Siena ha vinto nettamente il duello in regia (foto LaPresse/Alfredo Falcone)

Gli incroci del destino: Venezia non superava quota 100 dal febbraio del 1994 in un derby tra minerali che vedeva opposte l'allora Acqua Lora alla Recoaro Milano (finale 106-93) ed ecco che l'effervescente attacco di coach Andrea Mazzon rompe l'incantesimo rifilando 105 punti proprio all'Olimpia di Giorgio Armani, costretta così al suo secondo ko interno dopo l'altrettanto storica vittoria a Siena. Qualche gradino più in su in classifica rispetto agli uomini di coach Scariolo continua invece la corsa a punteggio pieno della Cimberio Varese (netto successo a Biella), sempre incalzata da Sassari e Cantù. Mentre nel posticipo del lunedì la Montepaschi Siena passa a Roma per 81-70 andando a +22 già nel secondo quarto e poi rintuzzando la rimonta dei capitolini (-3 a quattro minuti dall'ultima sirena) grazie all'esperienza di Tomas Ress e all'energia di David Moss e Bobby Brown.

Punti. 26 quelli di Keydren Clark, top-scorer di giornata, a trascinare Venezia al "centello" del Forum di Milano. 22 nel successo in quel di Roma per Bobby Brown, sempre più terminale offensivo oltre che regista (9 assist) della Montepaschi Siena. 22 anche quelli di Peppe Poeta a Caserta, unico però in doppia cifra di tutta la Virtus Bologna sconfitta a Caserta.

Tiri da due. 9/9 quelli di Bryant Dunston a Biella, di cui 7 sotto forma di schiacciate: stando agli annali, è il record di sempre in una sola partita per un giocatore (e che giocatore!) di Varese. 6 schiacciate con 9/12 in tabellino, invece, per l'altro nuovo oggetto volante del Campionato: Gani Lawal, centro di scuola americana ma di passaporto nigeriano già diventato l'idolo della tifoseria romana. 10/14 il ricco tabellino da sotto per Greg Brunner, che con la maglia di Reggio Emilia infligge alla fanalino di coda Montegranaro l'immancabile vendetta dell'ex.

Tiri da tre. 4/4 di Drake Diener contro Avellino: dopo il giro a vuoto contro Brindisi, il "drago" è tornato e Sassari ricomincia a fare fuoco e fiamme. 3/3 di Jeff Brooks per Cantù nella facile vittoria su Cremona: per la talentuosa ala americana anche un 3/3 da sotto e 1/1 dalla lunetta per una gara senza errori e 16 punti totali. 3/3 anche per Rok Stipcevic nella sua prima convincente prestazione con l'Olimpia Milano (14 totali, con anche 1/1 da sotto e 3/4 a cronometro fermo).

Tiri liberi. 8/8 per Alvin Young e 7/7 per Massimo Bulleri: il 105 di Venezia vengono anche dalla lunetta e... dall'agonismo dei suoi due inossidabili veterani (37 anni appena compiuti per l'americano, 35 per il "Bullo"). Nella stessa partita, 9/9 per Keith Langford, top-scorer dell'EA7 Milano.

Rimbalzi. 13 per Caserta quelli del nigeriano Jeleel Akindele, da ragazzo portiere di calcio e - immaginiamo - imbattibile sulle uscite alte. 13 anche per il londinese-nigeriano Ndudi Ebi, ma in quel di Sassari la sua Avellino viene affondata lontano dai tabelloni.

Assist. 10 per Travis Diener: se un cugino furoreggia da oltre l'arco, l'altro continua a versare passaggi vincenti sul conto del Banco di Sardegna. 9 invece per Jonathan Tabu, di cui 7 già all'intervallo: contro Cremona, dov'era stato mandato a farsi le ossa nello scorso Campionato, il play di passaporto belga ha dimostrato di avere sempre più in mano le chiavi della squadra dopo il suo rientro a Cantù. 9 anche quelli di Donnel Taylor per Reggio Emilia e del già citato (vedi alla voce punti) Bobby Brown per Siena.

Stoppate. 3, e tutte nel primo quarto, quelle con cui Marco Cusin fa subito capire all'attacco della Vanoli Cremona che non è serata in quel di Cantù. 4 quelle di media con cui i brianzoli guidano la classifica di specialità.

Palle perse / palle recuperate. 6 quelle recuperate da Kenny Hasbrouck (Virtus Bologna), migliore del Campionato in questa voce alla media di 2.7 insieme con Bootsy Thornton, che contribuisce non solo con i punti (15.1 a partita) alle vittorie di Sassari. 28 quelle perse contro Caserta da Pesaro, alla sua quarta sconfitta consecutiva in Campionato. I marchigiani di coach Giampiero Ticchi sono anche quelli che buttano via più palloni a incontro. 20.

Plus/minus. Nuovo protagonista del torneo al pari di Varese, Bryan Dunston è il migliore di tutta la giornata con 36 di valutazione. 42 su 65, invece, i punti messi a segno dagli italiani nella vittoria interna di una Caserta ancora assillata dai problemi finanziari: quando si dice orgoglio nazionale... Decisamente bagnate dalla difesa canturina invece le polveri del capocannoniere Lance Harris: 7/17 da sotto, 1/4 da oltre l'arco, in piena sintonia con il default offensivo di tutta Cremona (39% da due, 29% da tre).

Risultati 7a giornata: Angelico Biella-Cimberio Varese 60-77, Sutor Montegranaro-Trenkwalder Reggio Emilia 80-94; Enel Brindisi-Scavolini Banca Marche Pesaro 72-55, Banco di Sardegna Sassari-Sidigas Avellino 102-81; Juve Caserta-SAIE3 Bologna 65-56; chebolletta Cantù-Vanoli Cremona 87-60, EA7 Milano-Umana Venezia 100-105, Acea Roma-Montepaschi Siena 70-81.
Classifica: Varese 14; Sassari 12; Cantù, Siena 10; Roma, Reggio Emilia, Bologna 8; Venezia, Milano, Brindisi, Caserta 6; Cremona, Montegranaro, Pesaro, Avellino 4; Biella 2.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>